Cade da un’altezza di 30 metri e muore, sequestrato il cantiere

44

carabinieriCAMPOMARINO – I carabinieri di Campomarino, su disposizione della Procura di Larino, hanno sequestrato l’area del cantiere edile dove ieri pomeriggio, poco prima delle 15, è caduto l’operaio di una ditta edile impegnato in lavori di consolidamento e manutenzione ad uno dei piloni del viadotto dell’A-14, situato in località Colle delle Lame, in via Pertini. Secondo i primi riscontri, il 55enne di Jesi era imbracato.

Non è ancora chiara la dinamica della caduta, al centro delle indagini dell’Arma, intervenuta sul posto subito dopo il mortale infortunio sul lavoro. La salma, una volta recuperata, è stata trasferita nell’obitorio del San Timoteo, dove sarà sottoposta a ricognizione cadaverica. Intanto i carabinieri hanno iniziato a sentire i compagni di lavoro della vittima e il titolare della ditta incaricata della manutenzione dei piloni del viadotto.