Campobasso, approvato il bilancio preventivo 2022/2024

23

comune campobasso illuminato

CAMPOBASSO – La seduta del Consiglio Comunale di oggi è stata dedicata alla presentazione e alla successiva approvazione del bilancio di previsione finanziario del triennio 2022/2024 elaborato sulle linee strategiche del Documento Unico di Programmazione (DUP), contestualmente aggiornato.

Il bilancio è stato approvato con 20 voti a favore (quelli dei consiglieri della maggioranza più quello del consigliere Sabusco), 3 astensioni (Esposito e Venditti di “Forza Italia”, Passarella del Misto) e 6 voti contrari (Chierchia, Trivisonno del “PD”, Battista de “La Sinistra per Campobasso”, Tramontano, Pascale e Maria Domenica D’Alessandro della “Lega”).

“Questa amministrazione, – ha dichiarato il sindaco Gravina – per il terzo anno consecutivo, cosa mai successa prima, raggiunge l’obiettivo di approvare entro i termini stabiliti e senza usufruire di eventuali proroghe, il bilancio di previsione. Non si tratta di un mero esercizio burocratico, perché approvare entro il 31 dicembre il bilancio permettere di operare alle amministrazioni sin dal 1 gennaio avendo come riferimento questo documento. Il Bilancio di Previsione è l’espressione e la sintesi contabile della programmazione dell’Ente, il cui scopo è quello di perseguire gli obiettivi del nostro programma elettorale e rispondere alle necessità della collettività. È uno strumento tecnico per il quale ringrazio l’assessore al Bilancio Giuseppina Panichella e tutta la struttura che vi ha lavorato facendo in modo che esprimesse con chiarezza e precisione il fabbisogno finanziario e la sua sostenibilità ed assolvendo le funzioni di indirizzo politico-amministrativo. Il nostro bilancio ha retto grazie a ciò che siamo riusciti a recuperare a fronte di una forte contrazione dell’entrata. Il nostro Comune – ha aggiunto il sindaco – riesce a confermare la propria capacità di spesa e di tenuta dei conti, con buona propensione agli investimenti (capitalizzando il lavoro degli Uffici degli ultimi anni e dei contributi statali e regionali). Si mantiene la giusta attenzione al tema sociale ed educativo. Nel 2022 sarà messa ancora, come già sta avvenendo, particolare cura e sforzo di energie per recuperare le entrate insolute che ad oggi pesano sul bilancio comunale, così da liberare risorse utili ad affrontare al meglio gli impegni che ci attendono e magari riuscire in qualche aiuto in più a famiglie ed imprese.”

“Come previsto dalla normativa attuale, – ha sottolineato l’assessore al Bilancio, Giuseppina Panichella, presentando all’aula il documento – approviamo, per il terzo anno consecutivo, il bilancio entro il 31 dicembre 2021. Ringrazio il Dott. Sardella, e tutti gli uffici per la loro preziosa collaborazione in sede di redazione, ed in particolare la Dott.ssa Francesca Smargiassi, responsabile dell’ufficio di ragioneria che ha costruito in collaborazione con la Giunta il bilancio. Gli ultimi 20 mesi non sono stati mesi semplici per nessuno di noi. La situazione generale ha avuto riflessi anche sull’Amministrazione Comunale, sulla scelte e sulla gestione complessiva. Anche nel corso del 2021, abbiamo dovuto rivedere le priorità che ci eravamo dati, andando a privilegiare le azioni possibili a supporto delle famiglie e delle imprese, e posticipando altri interventi. Abbiamo dovuto far fronte ad un calo difficile delle entrate, non sempre ristorato dallo Stato e abbiamo di conseguenza dovuto quindi riprogrammare alcune attività. L’emergenza legata al Covid-19 – ha segnato in modo significativo il bilancio degli ultimi anni. Siamo riusciti a reggere l’onda d’urto che ha avuto sia nel 2020 che nel 2021 pesanti ripercussioni sulle finanze comunali, grazie al lavoro di efficientamento e di razionalizzazione delle spese. Ora abbiamo il dovere, in attesa che arrivino i fondi promessi dal Governo, di mantenere i conti in ordine per evitare di trovarci in situazioni di seria difficoltà”.

Spese

“Per quel che riguarda le spese – ha spiegato l’assessore – scendono gli oneri relativi alle rate dei mutui. Si contiene la spesa di personale, pur nell’ambito di un ricambio generazionale che prosegue con l’effettuazione di molti concorsi. In qualità di assessore al bilancio – ha aggiunto Panichella – credo nel contenimento della spesa pubblica, e nel costante monitoraggio e analisi di ogni voce di costo che, fermo restando il livello di qualità dei servizi, possa essere sempre oggetto di razionalizzazione. Nelle previsioni di SPESA in bilancio, una quota importante è stata destinata da questa Amministrazione alle politiche delle assunzioni, 51 nuove per un totale di 1.528.573,00 euro, conoscendo l’importanza delle risorse umane sia per consentire maggiore efficienza all’interno dell’Ente ma soprattutto per poter fornire servizi al cittadino”.

Il piano investimenti

“Nel 2022, – ha illustrato Panichella – l’Amministrazione comunale ha previsto un anno eccezionale di investimenti in tutti settori: sono in previsione oltre € 53.547.297,32 di lavori. La linea di mandato va avanti nel segno della progettazione con la candidatura di progetti a bandi europei, statali e regionali. Il nostro comune è pronto a sfruttare al meglio le grandi occasioni del PNRR. Un obiettivo importante della nostra amministrazione è dedicato al recupero TARI degli anni pregressi, con verifiche già avviate. Con il PNRR partirà un percorso nel quale i Comuni avranno un ruolo centrale. Dobbiamo però essere consapevoli che il PNRR non significa risorse a pioggia, ma usare competenza, rispetto delle procedure e competenza per ottenere i finanziamenti”.