Campobasso, il 22 settembre campagna sui farmaci equivalenti

40

Fa tappa in Piazza Vittorio Emanuele l’iniziativa promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato

io equivalgoCAMPOBASSO – Giovedì prossimo 22 settembre, in Piazza Vittorio Emanuele dalle 10:30 alle 19:00 a Campobasso arriva il Villaggio di “Ioequivalgo”, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, con il sostegno non condizionato di Assogenerici.

Saranno presenti, oltre ai referenti locali e nazionali di Cittadinanzattiva, anche medici di famiglia, farmacisti ed infermieri che forniranno ai cittadini consigli, raccomandazioni ed indicazioni pratiche. Sono previsti, inoltre, ulteriori momenti ludici e di intrattenimento del pubblico.

La campagna si basa sull’uso di strumenti tradizionali, come affissioni, ma anche su un “Villaggio” dedicato al tema e animato da nostri volontari e professionisti della sanità, e che farà tappa, fino a ottobre, in 12 città.

Oltre alla permanenza in città, i leaflet informativi saranno distribuiti capillarmente dalle sedi del Tribunale per i Diritti del Malato, negli studi dei medici di famiglia, nelle farmacie, nelle sedi dei partner del progetto.

La campagna conta inoltre su un ampio utilizzo di strumenti digitali quali un sito dedicato, www.ioequivalgo.it, attività digitali sui diversi social media, e una campagna advertising online basata su uno spot di 30”.

Accanto a questo, è disponibile l’App “ioequiovalgo” in ambiente IOS e Android, realizzata in collaborazione con Farmadati, attraverso la quale è possibile avere informazioni sempre aggiornate sul costo del farmaco “di marca” e del relativo equivalente quando disponibile. Questo vale sia per i farmaci erogati gratuitamente dal SSN (fascia A), sia per quelli che sono interamente pagati dai cittadini (fascia C).

Il 26,6% delle segnalazioni che riceviamo ogni giorno mostrano quanto i costi privati per i farmaci stiano diventando pesanti per loro. Accanto a questo, vale la pena ricordare che il 9,5% degli italiani rinuncia alle cure, e che secondo il Rapporto OSMED (2014) la spesa pro capite per ogni compartecipazione del cittadino è stata di 24,7 euro, di cui il 63,6% è per la differenza di prezzo tra il medicinale acquistato e quanto rimborsa il SSN in base alla lista di trasparenza; il 36,4% è per i ticket regionali.

La campagna ha ricevuto il patrocinio dell’Agenzia Italiana del Farmaco e conta sulla collaborazione di: Associazione nazionale Pensionati CIA, AUSER – Associazione per l’invecchiamento attivo, SPI Cgil – Sindacato Pensionati Italiani, Federfarma, FOFI – Federazioni Ordini Farmacisti Italiani, FnOMCEO – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, IPASVI – Federazione Nazionale Collegi Infermieri, SIFACT – Società Italiana di Farmacia Clinica e Terapia, SIFO – Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie, SIGG – Società Italiana di Gerontologia e Geriatria e SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie.