Campobasso, l’affondo dei sindacati: “Comune immobile nella vertenza Seac”

64

CAMPOBASSO – Sale il termometro della protesta a Campobasso contro il licenziamento di otto autisti della Seac, la società che gestisce il trasporto pubblico urbano, e il taglio delle corse dei pullman. Ieri stop al servizio per una giornata di sciopero. Tensione in mattinata a Palazzo San Giorgio, dove cittadini e dipendenti hanno occupato simbolicamente l’Aula del consiglio comunale.

Al termine di un confronto con alcuni rappresentanti dei sindacati, in presidio davanti alla sede del Comune, il sindaco Antonio Battista e l’assessore alla Mobilità, Francesco De Bernardo, hanno annunciato la convocazione di un tavolo tecnico Comune-azienda-Regione per affrontare la questione.

Nello stesso momento, una conferenza stampa delle organizzazioni di categoria di Cgil, Cisl, Ugl, affiancate da rappresentanti dell’Unione degli studenti (Uds) e Forum del trasposto pubblico locale. Tutti d’accordo: i licenziamenti, che partiranno dal prossimo 15 ottobre, si possono evitare o, quantomeno, ridurre.