Campobasso, Pollice verde: arriva l’ok per la nascita del laboratorio

23

protocollo pollice verde

Questa mattina è stato firmato il protocollo d’intesa tra Comune e Cooperativa Sociale “Ricerca e Progetto” per il progetto dedicato a ragazzi e giovani adulti con autismo e disturbi del comportamento

CAMPOBASSO – Si è tenuta questa mattina, nello spazio all’aperto di villa Musenga, la conferenza stampa indetta per ufficializzare la firma del protocollo d’intesa, stilato tra l’assessorato all’Ambiente del Comune di Campobasso e la Cooperativa Sociale “Ricerca e Progetto”, per la realizzazione del laboratorio “Pollice verde” con ragazzi e giovani adulti con autismo e disturbi del comportamento.

Presenti all’incontro, oltre al sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, l’assessore all’Ambiente, Simone Cretella, la responsabile della Cooperativa Sociale “Ricerca e Progetto”, dott.ssa Giovanna Di Soccio, e il presidente della Commissione Ambiente, Evelina D’Alessandro.

“Lo scopo del laboratorio è quello di favorire momenti di socializzazione esterna per i ragazzi, attraverso l’attività di cura del verde pubblico. – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Simone Cretella – L’idea che sta alla base del progetto sviluppato dalla Cooperativa Sociale “Ricerca e Progetto”, è quella di creare nuovi canali di inclusione sociale per le persone con diagnosi di autismo, attraverso un percorso di aggregazione emotiva e sociale che comprenda l’acquisizione di competenze adeguate. La tutela del verde pubblico, in questo senso, – ha specificato Cretella – oltre alle più immediate funzioni ambientali e urbanistiche, assume, con la firma di questo specifico protocollo, valenza sociale ed al contempo è un modo per sensibilizzare la nostra comunità cittadina sulla realtà che vivono ogni giorno le famiglie dei ragazzi che hanno un disturbo dello spettro autistico. L’impegno di questi ragazzi in un’attività esterna, ha un forte impatto sulla loro qualità della vita e può contribuire alla valorizzazione del principio di bene comune”.

“Promuovere la cultura della diversità, la socializzazione e l’integrazione dei soggetti affetti da autismo e disturbi del comportamento mediante attività esterne, sono alcuni degli obiettivi che questa amministrazione, con la stipula del protocollo operativo con la Cooperativa Ricerca e Progetto, vuole favorire, insieme alla maggiore consapevolezza del rispetto dell’Ambiente. – ha dichiarato il sindaco Gravina – Il Comune di Campobasso metterà a disposizione il materiale necessario per la realizzazione del laboratorio e sarà compito della Cooperativa Sociale “Ricerca e Progetto” garantire il personale ed i relativi tutor ed accompagnatori dei ragazzi, per lo svolgimento delle attività”.

“Con questo protocollo si intende anche promuovere una forma d’impegno concreto da parte della cittadinanza per la tutela, insieme all’amministrazione, del verde pubblico, inteso come importante risorsa naturale, nonché come parte integrante del patrimonio storico, ambientale e paesaggistico della città.- ha aggiunto il presidente della Commissione Ambiente, Evelina D’Alessandro – Le azioni che i ragazzi e i giovani adulti inseriti nel progetto di inclusione sociale della Cooperativa saranno guidati a compiere, riguarderanno nello specifico la cura, con particolare riferimento all’irrigazione estiva, degli alberi di recente impianto in piazza Musenga e Villa De Capoa; la cura e l’irrigazione delle fioriere di Piazza Vittorio Emanuele e piccoli interventi di manutenzione del verde nelle suddette aree”.

La dott.ssa Giovanna Di Soccio della Cooperativa “Ricerca e Progetto”, nel ringraziare l’amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata e per l’attenzione avuta nel recepire i bisogni dei ragazzi che parteciperanno al progetto ideato, ha voluto sottolineare quanto sia importante poter garantire a questi ragazzi momenti di attività inclusiva all’aperto, in special modo in un contesto come quello vissuto dalla nostra comunità in occasione dell’emergenza legata al Covid-19.