Campobasso, PUMS: approvate in Consiglio Comunale le linee guida

20

comune campobasso illuminato

Cretella: “Anche Campobasso potrà ora avere una visione di mobilità orientata verso una maggiore sostenibilità”

CAMPOBASSO – Insieme al PUMS saranno efficaci anche il PEBA, piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ed un ampio studio sul traffico e sui nodi critici della viabilità urbana che punterà a mitigare alcune delle maggiori criticità della viabilità cittadina

Nel corso della seduta del Consiglio Comunale di quest’oggi, l’Assise Civica presieduta dal Presidente Antonio Guglielmi, ha approvato all’unanimità le linee guida del PUMS, ovvero del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile dell’Area Urbana, costituita oltre che dal Comune di Campobasso, da quello di Ferrazzano e Ripalimosani.

“La nostra città si dota di un importante strumento di pianificazione a medio/lungo termine che da qui in avanti indirizzerà gli interventi in materia di mobilità e trasporti. –ha detto in Consiglio l’assessore alla Mobilità, Simone Cretella – Nonostante non si tratti di un piano della mobilità obbligatorio per i comuni al di sotto dei 100mila abitanti, questa Amministrazione ha fortemente lavorato affinché anche Campobasso potesse orientare la propria visione della mobilità, presente e futura, nella direzione di una maggiore sostenibilità, viste anche le statistiche non certo brillanti che spesso relegano la nostra città nelle parti basse delle classifiche nazionali in materia di mobilità.

L’obiettivo politico del PUMS – ha sottolineato l’assessore – è quindi quello di invertire il paradigma culturale della mobilità, mettendo al centro dell’attenzione i soggetti più deboli quali pedoni, ciclisti, disabili, preferendo una mobilità veicolare più lenta, fluida e sicura e dando un ruolo di primo piano al trasporto pubblico, un servizio che dovrà essere radicalmente riorganizzato in funzione di una maggiore efficienza e fruibilità”.

Insieme al PUMS saranno efficaci anche il PEBA, piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ed un ampio studio sul traffico e sui nodi critici della viabilità urbana che punterà a mitigare alcune delle maggiori criticità della viabilità cittadina.

Ha mostrato apertamente la propria soddisfazione per questo passaggio, accolto con il parere unanimemente favorevole di tutti i componenti del Consiglio Comunale, il presidente della Commissione Consiliare sulla Mobilità, Valter Andreola.

“Desidero ringraziare tutti coloro che con il loro impegno, lavoro e dedizione hanno contribuito, in maniera fattiva, alla buona riuscita dell’elaborazione del PUMS. – Ha dichiarato Andreola – Mi riferisco in questo caso a tutti i tecnici comunali e degli uffici mobilità, alle società Sintagma e Isfort, a gli stakeholder, al Comandante della Polizia Locale, Dott. Luigi Greco, al sindaco, Roberto Gravina, alla Giunta comunale e all’assessore alla mobilità Simone Cretella, oltre a tutti i consiglieri componenti della Commissione mobilità. Il percorso di partecipazione è stato ampio e doveroso, – ha spiegato Andreola – vedendo coinvolti tutti i Comuni dell’area urbana, ovvero i Comuni di Campobasso, Ripalimosani e Ferrazzano. La redazione di un PUMS ci consente di migliorare la qualità e le prestazioni ambientali delle aree urbane in modo da assicurare un ambiente di vita più sano, in un complessivo quadro di sostenibilità economica e sociale, facendo sì che il sistema della mobilità urbana assicuri a ciascuno l’esercizio del proprio diritto a muoversi, senza gravare, per quanto possibile, sulla collettività in termini di inquinamento atmosferico, acustico, di congestione e incidentalità”.