Campobasso, questione parcheggi e scuola: le precisazioni di Gravina

39

Campobasso municipioCAMPOBASSO – Il sindaco Gravina, nell’intervenire nel corso della discussione legata alla mozione sull’emergenza Covid-19 e alle proposte per la città presentata nel corso del Consiglio Comunale di oggi dal gruppo della Lega, ha voluto intanto ringraziare i presentatori della mozione anche per gli interventi che hanno proposto in aula.

“Nessuno mette in dubbio la totale buona fede e la consapevolezza del momento da parte della minoranza che ha presentato questa mozione. – ha chiarito il sindaco Gravina – La minoranza, in un periodo simile, deve far sentire giustamente la propria voce e le proprie proposte e su questo, da parte dell’amministrazione tutta, ci deve essere e ci sarà sempre il massimo rispetto. È giusto, però, affrontare le tematiche proposte in questa mozione in un quadro d’insieme di ciò che sta accadendo non solo a Campobasso, ma in qualunque comune. Sono convinto che proprio per la maturità e l’esperienza che i firmatari di questa mozione hanno, gli stessi sapranno senz’altro comprendere come ad oggi, garantire liquidità ai Comuni, sia una delle situazioni sulle quali le amministrazioni comunali nazionali si trovano tutte a ragionare nel medesimo tempo e modo. Proprio per questo, la necessità di operare scelte lucide è davvero troppo importante, altrimenti ci si ritroverà nei mesi a venire a non avere le risorse necessarie per garantire i servizi pubblici essenziali”.

“Non voglio tessere l’elogio della nostra Amministrazione nel rispondere alle sollecitazioni e alle proposte, – ha continuato Gravina – ma a titolo di esempio voglio permettermi di citare almeno come si è giunti in modo immediato a dare risposte ai cittadini più bisognosi attraverso la distribuzione dei buoni spesa. Su altre situazioni è più complicato dare soluzioni immediate, in sede ANCI questi sono, a ragion veduta, argomenti dibattuti ampiamente. Inoltre, non voglio assolutamente farne una questione di discussione di carattere politico, – ha aggiunto il sindaco – ma c’è anche da dire che per poter dare una spinta concreta alla ripresa, il nostro Comune, senza i trasferimenti di quelle somme esigibili che la Regione Molise ci deve, non può essere messo in grado di dare ossigeno alle imprese locali che proprio per il Comune lavorano”.

“Sulla questione dei parcheggi a pagamento sollevata più volte in questi mesi, devo dire che sinceramente non vedo quale beneficio abbia apportato non far pagare i parcheggi pubblici nelle città dove questo è stato stabilito, tant’è che diversi comuni sono poi tornati sui propri passi. Le scelte di un’amministrazione vanno ponderate sotto diversi punti di vista, non ultimi quelli economici e di bilancio”.

“Il mondo della scuola, sul quale il consigliere Tramontano con la sua giusta riflessione ha offerto un tema di discussione sicuramente importante, – ha detto in conclusione il sindaco – è interessato da una serie di cambiamenti che sono però ancora in corso di definizione a livello nazionale e successivamente regionale, per cui su questo tema come amministrazione comunale siamo vigili e attenti alle sollecitazioni che ci arrivano, ma dobbiamo sapere prima cosa decideranno le istituzioni competenti”.

Al termine della discussione, la mozione è stata bocciata con il voto contrario della maggioranza.

“Il voto contrario – ha precisato il sindaco a tal proposito – non è legato a tutti i punti della mozione, tant’è che su alcuni punti c’è condivisione e lo dimostra il fatto che stiamo andando nella stessa direzione, su altri, ovviamente, c’è una legittima diversità di opinioni e vedute”.