Campobasso, relazione attività svolte durante l’anno: intervento di Gravina

16

sindaco gravinaCAMPOBASSO – L’ultimo intervento della seduta del Consiglio Comunale di oggi dedicato alle relazioni dei componenti della Giunta sulle attività svolte nel corso dell’anno, è toccato al sindaco Roberto Gravina: “A conclusione di quanto già detto oggi dai singoli assessori, voglio tributare un doveroso ringraziamento da parte mia alla nostra squadra, alla giunta, ai dirigenti, alle singole strutture, ai presidenti delle Commissioni per quanto da loro prodotto per questa Amministrazione in questo primo anno di attività. Le relazioni degli assessori hanno tracciato un quadro generale completo del percorso che abbiamo realizzato con uno sforzo importante, anche tenendo conto della situazione complicata che stiamo vivendo”.

Sul Personale il sindaco ha poi incentrato la parte iniziale del suo intervento, dichiarando: “Per le pubbliche amministrazioni, come è noto, vige l’obbligo di adozione della programmazione annuale e triennale del fabbisogno di personale, ispirandosi al principio della riduzione delle spese di personale ed alla considerazione che le nuove assunzioni debbano soprattutto soddisfare i fabbisogni di introduzione di nuova professionalità. Partendo, quindi, dalla dotazione organica del Comune di Campobasso, che al 31.12.2019 vedeva un totale complessivo di n. 388 posti previsti, di cui n. 265 occupati e n. 123 vacanti, si è provveduto a programmare le assunzioni di personale, tenuto conto dei limiti di spesa previsti a riguardo dalle norme in materia. Nell’anno 2019 abbiamo assistito ad un notevole calo del personale occupato, atteso che sono intervenute cessazioni dal servizio per un totale di ben n. 29 unità. Una volta attestata l’inesistenza di personale in soprannumero e di eccedenze di personale in riferimento sia alle esigenze funzionali che alla dotazione organica dell’Ente si è provveduto, pertanto, ad adottare le delibere di Giunta Comunale n. 303 del 9.12.2019 e n. 127 del 25.6.2020, con le quali è stato rispettivamente approvato e revisionato il Piano Triennale del Fabbisogno di Personale (PTFO) per gli anni 2020-2022, tenuto conto del suddetto calo di personale e delle carenze di unità lavorative evidenziate dai Dirigenti con riferimento alle strutture di loro rispettiva competenza. In tale contesto e nell’ottica di perseguire obiettivi di performance organizzativa, efficienza, economicità e qualità dei servizi, nell’anno 2020 si è provveduto ad assumere a tempo indeterminato le seguenti unità: n. 5 per il profilo di “Istruttore Amministrativo” (cat. C) con rapporto di lavoro part time al 50%, mediante scorrimento della graduatoria concorsuale vigente relativamente al profilo in questione.

Sono stati anche indetti 5 concorsi pubblici: n. 2 Funzionario Farmacista (cat. D); n. 3 Istruttore Direttivo Contabile (cat. D); n. 4 Istruttore Direttivo Tecnico (cat. D); n. 2 Istruttore Direttivo di Vigilanza Urbana (cat. D); n. 2 Autista Scuolabus e Mezzi Complessi (cat. B3 giuridica).

Ad oggi, – ha specificato Gravina – acquisite le domande di partecipazione inoltrate da parte dei candidati, per n. 4 dei suddetti concorsi occorre effettuare la prova preselettiva prevista dal bando per la determinazione dei candidati da ammettere all’espletamento delle prove scritte; per n. 1 concorso (Funzionario Farmacista), non avendo raggiunto il numero di domande previste dal bando per arrivare a disporre la preselezione, possono essere espletate direttamente le prove scritte (per un numero di 78 candidati ammessi). Nominate le rispettive Commissioni valutatrici dei suddetti concorsi, con l’intervento del Dpcm del 4.11.2020 lo svolgimento delle procedure concorsuali è stato sospeso, per cui la programmazione dei concorsi in questione è rimandata a data da destinarsi, tenuto conto delle misure che verranno disposte in merito dagli organi di Governo, per fronteggiare l’emergenza contagio da Covid-19”.

Gravina ha fatto un esplicito riferimento anche alla riorganizzazione della nuova macrostruttura e a ciò che ne è derivato: “Con la nuova macrostruttura delineata con le delibere di G.C. n. 300/9019 e n. 230/2020, in luogo dell’U.O.A. Polizia Locale e Mobilità (la cui direzione è ad oggi assegnata ad interim al Dirigente dell’Area Operativa Avvocatura – Gare e Contratti), si è ritenuto di dover istituire l’Area Polizia Locale, da affidare ad apposito distinto Dirigente. È stata, pertanto, indetta la selezione pubblica per il conferimento dell’incarico, ai sensi dell’art. 110 comma 1 del D.Lgs. n. 267/2000, di Dirigente dell’Area Polizia Locale. La procedura si è conclusa con l’identificazione del candidato al quale conferire l’incarico ed è in itinere la fase relativa alla predisposizione ed adozione degli atti per il completamento e perfezionamento della procedura finalizzata alla presa di servizio del Dirigente stesso. Sono state effettuate le attività di pesatura delle Aree come da nuova macrostruttura ai fini dell’attribuzione dell’indennità di posizione al personale Dirigente. Si tratta di un adempimento effettuato per la prima volta dall’Ente e che riporta lo stesso nell’alveo delle disposizioni normative che regolano la materia. È peraltro il passaggio obbligato per provvedere anche all’applicazione della pesatura anche delle posizioni organizzative”.

Il Sindaco ha poi illustrato quanto prodotto dall’Area Politiche Europee in materia di Pianificazione, Programmazione e Politiche comunitarie e dall’Ufficio Area Urbana.

“Per il Por Molise 2014-2020, con riferimento all’attuazione delle azioni relative alla Strategia Urbana nell’anno in corso si è realizzato, tra le altre cose, quanto segue: Smart cities: la progettazione relativa alla videosorveglianza è stata conclusa all’inizio dell’anno ed inviata alla Regione Molise per l’acquisizione del parere relativo alla paesaggistica che ancora non viene rilasciato. Relativamente alla progettazione del sistema WIFI l’ufficio dell’Area Urbana sta predisponendo il disciplinare per l’affidamento dell’esecuzione dell’intervento al servizio Informatizzazione e Digitalizzazione dell’Ente. Energia: in seguito alla convenzione stipulata con il Dipartimento di Ingegneria elettronica dell’Università La Sapienza di Roma si stanno concludendo in questi giorni le attività relative al piano di fattibilità per tutte e tre le azioni previste ovvero: installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo associati a interventi di efficientamento energetico; realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grids) e interventi sulle reti di trasmissione strettamente complementari, introduzione di apparati provvisti di sistemi di comunicazione digitale, misurazione intelligente e controllo e monitoraggio come infrastruttura delle “città”, delle aree periurbane; promozione dell’efficientamento energetico tramite teleriscaldamento e teleraffrescamento e l’installazione di impianti di cogenerazione e trigenerazione. Conclusa tale fase si procederà, nel 2021, all’affidamento delle progettazioni esecutive e all’avvio dei lavori.

Mobilità: nell’arco di soli 12 mesi l’Area Urbana, per il tramite del Comune di Campobasso quale soggetto capofila ed in sinergia con il servizio mobilità dell’ente, ha chiesto ed ottenuto i fondo messi a disposizione dal MIT con bando dello scorso anno per un importo di € 235.000,00 per la pianificazione del sistema di mobilità sostenibile e, nel mese di ottobre 2020, è stato sottoscritto il contratto con la società Sintagma di Perugia che si è aggiudicata il servizio successivamente all’espletamento di pubblica gara. La realizzazione del Pums avverrà, se la situazione pandemica non creerà grossi intoppi, all’incirca in 10-12 mesi, ma l’obiettivo è quello di approvare già per il prossimo mese di febbraio un documento preliminare di piano che potrà consentire all’Area Urbana, di concerto con la Regione Molise, di sbloccare le azioni previste.

Piano di localizzazione antenne: il servizio Pianificazione e Programmazione ha ultimato la preparazione degli atti amministrativi per la pubblicazione di un “Avviso di manifestazione di interesse” che consenta al Comune di Campobasso di potersi dotare di questo importante quanto mai urgente strumento di pianificazione per affrontare al meglio la sfida del 5G che interesserà necessariamente il nostro territorio. Gli atti sono presso l’Ufficio Gare del comune in attesa di pubblicazione sulla piattaforma dedicata”.

Il settore ha svolto, inoltre, tutte le azioni per l’individuazione di bandi a valere sia su fondi diretti della Commissione Europea sia su fondi nazionali e regionali per candidature a finanziamenti che possono avere ricadute su tutti i settori dell’Ente.

“In particolare – ha specificato Gravina – è stata presentata la candidature: per il Programma Smarter Italy, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento per la Funzione Pubblica che permette di amplificare lo sforzo che l’Amministrazione comunale sta mettendo in campo per individuare e definire un nuovo percorso di sviluppo e crescita dell’intera città, sia di aprirsi ad un tipo di contaminazione e sperimentazione tali da progettare una città intelligente a misura dell’utente finale, che incorpori servizi e processi nuovi in grado di incidere notevolmente sull’ecosistema urbano, provinciale e regionale”.