Campomarino, il punto dopo due anni di amministrazione

81

I consiglieri Saburro, Romano, Tavormina e Cordisco esprimono le loro considerazioni

CAMPOMARINO (CB) – I consiglieri Antonio Saburro, Luigi Romano, Patrizia Tavormina e Vincenzo Cordisco fanno un bilancio dell’operato dell’amministrazione Cammilleri.

Si legge nella loro nota:

“In questi primi due anni del secondo mandato del Sindaco Cammilleri, abbiamo, volutamente avuto un profilo basso e collaborativo – seppur non apprezzato – con la speranza che qualcosa potesse cambiare. Ed invece dobbiamo constatare che, purtroppo, nulla è cambiato, tutto è esattamente al punto di partenza, le promesse, le dichiarazioni e gli annunci ad effetto fatti dal Sindaco e dalla sua Giunta sono tutti caduti nel vuoto.

campomarinoTRIBUTI LOCALI (TASSE): rimaste invariate in tutti questi anni, nonostante le nostre proposte per farle diminuire;

PALAZZETTO DELLO SPORT: ancora inutilizzato, ma oggetto di interventi economici comunali;

CAMPO SPORTIVO: recinzione fatiscente, pericolosa e spogliatoi inadeguati;

PORTO TURISTICO: anche quest’anno lavori di dragaggio a pagamento, per consentire l’accesso e l’uscita dei natanti; gestione ancora transitoria e di ristrette vedute;

DEPURATORE CAMPOMARINO LIDO: praticamente “ALLAGATO”, con i pericoli che ne conseguono, e con allacciamento al depuratore del Cosib quale miraggio;

ATTRAVERSAMENTO PINETA: lavori appaltati, iniziati, mai finiti e termini scaduti per la consegna, una storia che và avanti da diverso tempo;

IMMIGRATI: arrivo in paese di diverse centinaia (circa 350) di immigrati con totale disinteresse dell’Amministrazione, senza contare che le due strutture turistico-ricettive risultano essere totalmente destinate all’accoglienza dei migranti con conseguente deriva turistica.

RACCOLTA DIFFERENZIATA “PORTA A PORTA”: a breve ci sarà il nuovo bando. Auguriamoci venga introdotta premialità per chi differenzia il rifiuto ed una sovrattassa per chi non adempie. Si può e si deve fare.

Senza considerare opere progettate e finanziate da altri Enti (Ferrovie dello Stato, Anas e Regione Molise) quali raddoppio ferroviario, sovrappasso e rotatoria SS 16 di cui ci si fa vanto, per le quali l’Amministrazione non si cura e non prevede il prevedibile e necessario.

Per tutto questo, e tanto altro, “noi continueremo con azione di controllo” e di informazione ai cittadini”.