Capracotta, spunti interessanti dal convegno sullo spreco alimentare

48

CAPRACOTTA – Ieri a Capracotta, nella sala convegni dell’Alberto Conte Max, alla presenza di esperti qualificati si è parlato di tutte le implicazioni legate allo spreco alimentare e di come provare a iniziare un percorso di cambiamento dei nostri stili di vita. Sono intervenuti il col. Luigi Cortellessa, Giampaolo Colavita, Antonio Sorice, Roberto Tuorto, Carlo Catani, Marco Lei ed esponenti di Cia e Coldiretti. Gli chef Stefania Di Pasquo e Arcangelo Tinari si sono occupati, invece, del delizioso “Pranzo dei Tempi di Recupero”. Presente anche il sindaco Candido Paglione, che ha dichiarato:

“Lo spreco alimentare rappresenta una contraddizione imperdonabile se solo ci fermiamo un attimo a pensare a quante persone oggi non viene garantito un sufficiente diritto al cibo. Eppure basterebbero poche semplici misure per ottenere risultati straordinari e compiere autentiche opere di bene nei confronti del nostro ambiente e di coloro che sono costretti a rivolgersi alle associazioni caritative. Ecco perché combattere gli sprechi deve essere una priorità e anche una sfida. Di tipo etico e sociale oltre che ambientale. Dunque, un’autentica sfida di civiltà”.