Carcere di Campobasso: Antigone, “Ora la situazione è sotto controllo”

71

carcereCAMPOBASSO – Al momento la situazione nel carcere di Campobasso “è apparentemente sotto controllo”. Lo riferisce all’ANSA il responsabile regionale di ‘Antigone’, Gianmario Fazzini, che questa mattina si è recato in visita nella struttura penitenziaria dopo aver sottoscritto un’autocertificazione sul suo stato di salute e di non essere stato negli ultimi giorni nelle zone individuate dalle ordinanze per fronteggiare il Coronavirus. “Al momento a Campobasso, che io sappia – precisa – non ci sono limitazioni”. Nelle prossime ore, però, non sono esclusi provvedimenti più restrittivi.

Intanto un pullman con un numero di circa 20 detenuti è in direzione di Campobasso da Modena per essere trasferito nel carcere del capoluogo molisano. Lo fa sapere Aldo Di Giacomo, segretario del sindacato di Polizia penitenziaria SPP. Si tratta di una parte dei reclusi del penitenziario che ieri ha dato vita alla rivolta nella quale sono morti diversi detenuti. Se la notizia anticipata da Di Giacomo fosse confermata, “questa volta il carcere di Campobasso rischierebbe il collasso totale”.

Così, interpellato dall’ANSA, il responsabile di ‘Antigone Molise’, Gianmario Fazzini. “Arriveremmo a 193 detenuti – spiega – su una capienza di 106, quasi il doppio. Questo rappresenterebbe per i detenuti, che già sono esasperati da una invivibilità totale, una situazione di rischio ed emergenza”.