Caro carburanti, la marineria di Termoli prosegue la sua protesta

29

porto banchina termoliTERMOLI – I pescherecci di Termoli resteranno in porto. Prosegue dunque la protesta della marineria termolese con lo stop alla pesca. La decisione è maturata ieri pomeriggio, nel corso di una riunione di tutti gli operatori del comparto nel mercato ittico. La maggioranza ha stabilito, in via provvisoria, di continuare con il fermo. L’iniziativa è stata discussa nella riunione generale delle marinerie d’Italia stamani ad Ancona, dove è arrivata la conferma: la mobilitazione continuerà.

Il Comandante del porto molisano, Amedeo Nacarlo, ha voluto esprimere la solidarietà della Capitaneria ai marittimi presenti sottolineando di “comprendere la difficoltà del momento”, ma spronando a “far valere le proprie posizioni. Dall’altro lato, però, bisogna dire che tutti gli scioperi comportano sacrifici grossi. Sono decisioni che vanno prese con il cuore in mano pensando alle proprie famiglie e ai dipendenti”. Un momento di grave difficoltà per la marineria che il “caro gasolio” ha messo in ginocchio.