Cittadinanzattiva-Tribunale sul Programma Operativo Sanitario del Presidente Frattura

Cittadinanzattiva MoliseTonino Aceti: “I pericoli del Programma Operativo Straordinario 2015-2018 che abbiamo sollevato sono ben lontani dall’essere “falsi allarmi”

MOLISE – Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva e Commissario di Cittadinanzattiva Molise è intervenuto sul Programma Operativo Sanitario del Presidente Frattura:

“I pericoli del Programma Operativo Straordinario 2015-2018 che abbiamo sollevato sono ben lontani dall’essere “falsi allarmi”, cosi come lì aveva definiti il Presidente Frattura con una sua precedente nota stampa. Anzi ormai sono diventati una vera e propria questione nazionale, oggetto di un’interrogazione parlamentare rivolta al Ministro della Salute dai deputati del M5S, a prima firma di Giulia Grillo.

Sono passati ormai più di venti giorni dalla nostra richiesta di pubblicazione sul sito internet della Regione Molise del parere positivo del Ministero della salute sul Programma operativo straordinario richiamato dal Presidente Frattura, ma ancora non abbiamo potuto leggere nulla e questo ci preoccupa molto. Eppure la trasparenza dei processi decisionali dovrebbe essere il faro al quale l’amministrazione dovrebbe sempre guardare.

A questo punto per fare chiarezza sulla vicenda e per rendere accessibili ai cittadini molisani le informazioni che li riguardano, confidiamo in una risposta celere e sostanziale da parte del Ministero della salute all’interrogazione parlamentare depositata proprio sul tema, auspicandone anche un suo intervento per correggere il Programma operativo della Regione Molise, a partire dalle criticità che sono state da noi segnalate”.