Concerti dell’estate 2020 al Castello Monforte di Campobasso

115

Felice: “Rendiamo reale un secondo tratto del percorso artistico e musicale immaginato insieme all’Associazione Amici della Musica per quest’estate”

Campobasso Castello MonforteCAMPOBASSO – Parte venerdì sera, nella corte del Castello Monforte di Campobasso, la seconda parte del cartellone estivo di Musica in Città, curato dall’Associazione Amici della Musica e dal Comune di Campobasso, con la direzione artistica di Andreina Di Girolamo.

Dopo la conferma anche per quest’anno del successo dei concerti domenicali in Villa De Capoa, che termineranno il 2 agosto con l’esibizione all’arpa di Tosca Tavaniello, quest’anno l’Associazione Amici della Musica e l’assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso, hanno deciso di raddoppiare gli spazi cittadini da utilizzare come location affascinanti e caratteristiche per gli appuntamenti musicali e così la cornice storica del Castello Monforte, per ben 4 venerdì sera (31 luglio, 7, 21 e 28 agosto), accoglierà gli appassionati che già in gran numero hanno seguito i concerti domenicali.

Venerdì 31 luglio, con inizio fissato per le ore 21.00, a inaugurare le quattro date di concerti serali al Castello Monforte, ci penseranno Daniele Marinelli (basso elettronico), Alessio Lalli (tromba), Mattia Strazzullo (tastiere), Roberto Iammatteo (chitarra), Alberto Romano (batteria), con un programma musicale che prevede composizioni e arrangiamenti dello stesso Daniele Marinelli.

“Con What if rendiamo reale un secondo tratto del percorso artistico e musicale immaginato insieme all’Associazione Amici della Musica per quest’estate 2020 in città. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Paola Felice – L’assonanza sempre più forte ed evocativa che i luoghi simbolo della nostra città propongono quando vengono messi in diretta correlazione con l’esperienza artistica, funge da valore aggiunto per ogni proposta culturale che vi si organizza. Il Castello Monforte, già utilizzato da noi la scorsa estate come luogo per proporre serate teatrali, quest’anno, seppure nel rispetto doveroso e minuzioso delle regole sanitarie dettate dall’emergenza Covid-19, accoglierà all’interno del suo cortile note e suggestioni che non solo sapranno rendere piacevoli le serate estive, ma che faranno, da apripista, come sta già accadendo con quanto abbiamo proposto in villa De Capoa in questo mese di luglio, per nuovi progetti all’aperto che coinvolgono differenti settori”.