Condivisione documento di partenariato, le precisazioni di Lonbobardi

47

associazione industriali molise

REGIONE – “In relazione ad alcune dichiarazioni rilasciate dal Presidente Toma a margine di un incontro avuto con il presidente di Acem-Ance Molise, Danilo Martino, delle quali ho avuto conoscenza solo ora al mio rientro in Molise, ritengo di dover intervenire per sgomberare il  campo da eventuali sospetti fatti insorgere sulla correttezza dei comportamenti tenuti da tutte le organizzazioni che hanno partecipato alla predisposizione del documento diramato nei giorni scorsi.  Intervengo – ha continuato il Presidente Longobardi – anche perché mi sento, comunque, chiamato in causa per il fatto che Acem-Ance  è parte integrante del sistema di rappresentanza che fa capo a Confindustria. Preciso che, in base  agli accordi nazionali che disciplinano gli ambiti di  autonomia tra Confindustria ed Ance, Acem-Ance   è tenuta al rispetto di quanto deciso da Confindustria Molise su tutte le questioni di politica generale. Tra le quali rientra anche il documento di partenariato nei giorni scorsi inviato anche al Presidente Toma.

La sottoscrizione di tale documento da parte del Presidente di Confindustria Molise, quindi, avrebbe vincolato  l’Acem-Ance anche  senza una espressa adesione autonoma di questa componente associativa. Ciò nonostante, il Presidente Martino, ha voluto intervenire per rafforzare la iniziativa presa dal partenariato con la partecipazione, diretta, personale, autonoma della componente edile. Ha ritenuto coerente partecipare alla iniziativa perchè, in diverse circostanze nel passato, anche con lettere inviate al Presidente Toma, ha sollevato le stesse questioni di metodo espresse nel documento, e ha, in ogni occasione, manifestato il suo consenso agli argomenti di merito nello stesso contenuti. La sottoscrizione del documento da parte sua è avvenuta con le stesse con le modalità seguite da tutte le altre Organizzazioni”.