Congresso Fnopi a Campobasso: si è svolta oggi la tappa molisana

22

congresso fnopi campobasso

Il sindaco Gravina: “La pandemia ha reso ancora più evidente quanto sia determinante programmare e strutturare interventi sistemici per l’intero campo dell’assistenza sanitaria”

CAMPOBASSO – Ha fatto tappa in Molise, con un incontro al Convitto ‘Mario Pagano’ di Campobasso, il Congresso itinerante della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi). L’occasione è stata propizia per fare il punto sulle necessità reali dell’assistenza e per premiare le ‘buone pratiche’ infermieristiche che hanno consentito di tenere alta l’asticella dell’assistenza. A portare i saluti dell’Amministrazione Comunale di Campobasso a tutti gli ospiti del Convegno giunti da diverse parti d’Italia, era presente l’assessore al Bilancio del Comune di Campobasso, Giuseppina Panichella, che ha anche letto il messaggio che il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha voluto indirizzare a tutti gli intervenuti.

“Per la città di Campobasso è un vero onore poter accogliere il Congresso della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche – ha detto Gravina nel suo messaggio – e la nostra comunità cittadina vuole approfittare di un momento d’incontro così importante e significativo, anche per ribadire il valore insostituibile di ciò che, con il proprio loro lavoro quotidiano, le figure professionali qui rappresentate producono sul nostro territorio a favore dell’intera popolazione.

La pandemia ha reso ancora più evidente quanto sia determinante programmare e strutturare interventi sistemici per l’intero campo dell’assistenza sanitaria. Per realizzare ciò, le istituzioni hanno il bisogno e il dovere di porsi in ascolto, di comprendere i motivi e le istanze di chi opera in questo settore, per poi meglio vagliare le possibili e improcrastinabili scelte da attuare.

Il momento dell’ascolto è quello che crea, in modo più forte, la fiducia e la relazione. Da quella volontà di comprendere per crescere insieme e migliorare la vita delle nostre comunità, nascono i presupposti per uno sviluppo duraturo, presente e futuro, in ogni settore della nostra società.

Per questo il vostro Congresso di oggi è così importante, perché rappresenta proprio quel momento di confronto, necessario e insostituibile, che può aiutare ognuno, nell’ambito delle proprie competenze, a mettere meglio a fuoco le necessità del nostro territorio. Oltre a dire a tutti voi presenti ancora una volta grazie per aver scelto la nostra città come sede del vostro Congresso, vi assicuro la completa disponibilità all’ascolto e al confronto, presente e futuro, da parte dell’Amministrazione che sono stato chiamato a rappresentare e della città di Campobasso”.