Coronavirus: comitato San Timoteo, “L’emergenza è il personale”

43

Ospedale Termoli San TimoteoTERMOLI – “La decisione di riaprire i due ospedali di comunità, il Vietri di Larino e il Ss. Rosario di Venafro, produce di certo maggiore serenità, ma non ci deve distrarre dall’attenzione e risoluzione della vera criticità del nostro servizio sanitario regionale che era, oggi ancor più per il Coronavirus, la carenza di personale, medici, specialisti, infermieri”. Così il presidente del Comitato ‘San Timoteo’, Nicola Felice.

“La stessa lenta e ancora non definita riapertura dell’ospedale San Timoteo di Termoli lascia pensare che sia dovuta alla carenza di personale, a seguito della messa in quarantena di buona parte del personale ospedaliero e dell’intero personale della postazione del 118 – prosegue – che, oltre a svolgere il soccorso di emergenza a chiamata, integrava il servizio del Pronto Soccorso del San Timoteo di Termoli. In questo momento di forte pericolo per il contagio da Coronavirus, il primo problema da risolvere per il Molise è il reclutamento di nuovo personale, possibilmente già formato ed esperto”.