Denunciata coppia per furto aggravato in un esercizio commerciale, lui era evaso dagli arresti domiciliari

29

ISERNIA – A conclusione di un’elaborata e rapida attività di indagine, la Squadra Mobile di Isernia ha denunciato alla locale Procura della Repubblica un uomo e una donna, originari dell’Est Europa, per concorso in furto aggravato commesso all’interno di un esercizio commerciale cittadino. L’uomo, inoltre, è stato denunciato anche per evasione. La coppia, residente fuori regione, con una metodologia accurata e collaudata, lo scorso marzo, ha messo a segno un furto presso un esercizio commerciale di Isernia per diverse centinaia di euro.

I due si sono impossessati di cosmetici e profumi di vario genere e formato, occultandoli addosso in modo repentino, non prima di averli privati dei sistemi elettronici anti taccheggio, sfuggendo alla vista degli addetti all’attività. Dai primi elementi raccolti è emerso il profilo molto spavaldo dei due che, celandosi dietro avvolgenti mascherine anti Covid, hanno finto di essere una coppia dedita allo shopping. Gli investigatori hanno acquisito immediatamente le immagini del sistema di video sorveglianza dell’esercizio ed hanno comparato le parti scoperte del volto e gli indumenti dei ladri con i cartellini di persone dedite a questo tipo di reato predatorio.

Approfondendo gli accertamenti con le ditte di autonoleggio della provincia e dei Comuni limitrofi, si è accertato che i due sono giunti ad Isernia a bordo di una vettura presa in affitto. Gli agenti, avendo raccolto elementi univoci a carico dell’uomo e della donna, peraltro poco più che ventenni, li hanno denunciati; lui è stato anche deferito all’Autorità Giudiziaria per evasione in quanto, nel giorno del furto a Isernia, avrebbe dovuto trovarsi presso il proprio domicilio perché già colpito dalla misura degli arresti domiciliari per altri reati, dello stesso genere, in altre regioni del centro-sud Italia.