Disciplina l’acquisto di lavori, forniture e servizi, approvato il regolamento

40

Giuseppe AmorosaCAMPOBASSO – Approvata nel corso del Consiglio comunale di ieri, 31 dicembre 2020, la proposta di deliberazione riguardante il regolamento comunale che disciplina l’acquisto di lavori, forniture e servizi. A presentare in Consiglio il nuovo importante regolamento, ha provveduto l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Amorosa.

“Il regolamento è stato redatto nel rispetto dell’articolo 36 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016 numero 50 e secondo le linee guida dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. – ha spiegato Amorosa – I principi fondamentali che cerca di perseguire il regolamento per come è stato elaborato, possono così riassumersi: economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, parità di trattamento senza alcuna discriminazione, trasparenza e pubblicità, proporzionalità e rotazione.

L’economicità e la libera concorrenza – ha puntualizzato Amorosa – vengono perseguite, per i lavori fino ad € 40.000,00, con la richiesta tramite PEC, acquisendo almeno tre preventivi o offerte di operatori economici, con l’accortezza che durante lo svolgimento delle indagini di mercato il responsabile del procedimento, ed ogni altro dipendente o collaboratore coinvolto, impronti la propria condotta ai principi di correttezza e buona fede, non rivelando le informazioni fornite dagli operatori consultati e non fornendo trapelare nessuna notizia sul numero ed il nome degli operatori invitati.

Un altro dei principi fondamentali su cui si basa il regolamento – ha aggiunto l’assessore – è la rotazione tra operatori economici. La rotazione deve avvenire secondo le Linee guida dell’ANAC. Si applica il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti, con riferimento all’affidamento immediatamente precedente a quello di cui si tratta, quindi si valuta attentamente e si dispone in proposito nel caso in cui i due affidamenti ovvero quello precedente e quello attuale, abbiano per oggetto una commessa rientrante nello stesso settore merceologico, o nella stessa categoria di opere, o ancora nello stesso settore di servizi.

Il principio di rotazione comporta, di norma, il divieto di invito a procedure dirette all’assegnazione di un appalto nei confronti del contraente uscente e dell’operatore economico invitato e non affidatario nel precedente affidamento, fino all’esaurimento dell’elenco”.

Il regolamento, così come è stato approvato, disciplina l’istituzione di elenchi dai quali selezionare gli operatori economici da invitare alle procedure negoziate ai sensi dell’articolo 36 del Codice; i concorrenti, per poter accedere all’elenco, devono possedere i requisiti minimi di carattere generale, di idoneità professionale, di capacità economica e finanziaria e di capacità tecniche e professionali, distinti in base agli oggetti delle prestazioni richieste suddiviso per categorie e fasce di importo.

La proposta di deliberazione prima di essere approvata in Consiglio comunale, era stata precedentemente approvata dalle Commissioni consiliari Statuto e regolamenti e Lavori pubblici.