Ecomondo 2021, SEA ha partecipato a un convegno a Rimini

48
ecomondo 2021
Ecomondo 2021 – Fonte S.E.A.

Si è conclusa a Rimini l’edizione 2021 di Ecomondo, la fiera di riferimento nazionale ed europeo nei settori della green economy e dello sviluppo sostenibile.

CAMPOBASSO – Con grande soddisfazione anche SEA Spa ha preso attivamente parte all’evento nella mattinata di giovedì 28, in occasione dell’incontro “Un bilancio dell’avvio della regolazione sulle imprese della gestione dei rifiuti e le prospettive sui nuovi provvedimenti”, organizzato dal CTS di Ecomondo e da Utilitalia (Utilitalia è la federazione che riunisce le Aziende speciali operanti nei servizi pubblici dell’Acqua, dell’Ambiente, dell’Energia Elettrica e del Gas).

Un convegno volto ad analizzare gli impatti dei nuovi regolamenti sull’operatività e sugli investimenti da parte dei gestori, oltre che sull’evoluzione futura del sistema di gestione dei rifiuti urbani, con le osservazioni degli operatori delle aree di riferimento: A2A Spa ed Hera Spa, tra le società multiutilites quotate in borsa dell’area settentrionale, AMA Spa in qualità di società in house di Roma Capitale, tra i big privati che operano nel settore di recupero e riciclo di rifiuti organici era presente Montello Spa e SEA Spa invitata come modello di società in house dell’area del centro sud.

Per le società di gestione dei rifiuti nel 2021 si è concluso il primo periodo di regolazione dettato da ARERA (l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) e si avvia il secondo periodo regolatorio di altri quattro anni in cui saranno definiti i criteri di copertura dei costi sostenuti dal servizio di igiene urbana (Metodo Tariffario per i Rifiuti – MTR2), le tariffe di accesso agli impianti di trattamento, l’applicazione di standard nazionali sulla qualità tecnica e contrattuale dei servizi.

“Il processo di implementazione della regolazione nazionale, spinge alla definizione di regole certe e stabilizza inevitabilmente i rapporti con gli Enti Territorialmente Competenti (ETC) ovvero i Comuni, con cui sono sottoscritti i contratti di servizio di medio termine: Arera impone l’adeguata copertura dei costi del servizio”. Così l’amministratore unico SEA Stefania Tomaro nel suo intervento alla tavola rotonda.

Sulla partecipazione all’expo riminese, l’avvocato Tomaro esprime gratitudine a nome dell’intera azienda campobassana: “la SEA, grazie al proficuo lavoro di analisi compiuto anche con il Comune è tra le poche aziende (solo il 5%) dell’Italia centrale a cui sono state approvate le tariffe a gennaio 2021, con la convalida dei Piani economici finanziari – PEF da parte di ARERA. Un risultato importante, punto di partenza per una nuova programmazione con le istituzioni del territorio”.