Eletto il nuovo Comitato Esecutivo Regionale Slow Food Abruzzo-Molise

28

CAMPOBASSO – Rita Salvatore, aquilana, sociologa dell’ambiente e del territorio e ricercatrice all’Università di Teramo, è la nuova portavoce di Slow Food Abruzzo-Molise. Passaggio di consegne all’interno dell’associazione della chiocciola rossa con il rinnovo delle cariche del Comitato Esecutivo Regionale, guidato nell’ultimo quadriennio da Eliodoro D’Orazio, che continuerà a rappresentare l’associazione in Consiglio Nazionale. Il comitato sarà composto inoltre da Raffaele Cavallo (foto), legale rappresentante, Manuela Cozzi, con delega alle attività di advocacy, Giorgio Davini con delega ai Presìdi, alle Comunità e all’Alleanza dei Cuochi, Laura La Spada come referente della rete giovane (SFYN) e Aurelio Manzi come referente per la biodiversità.

Nel corso del Congresso Regionale di Slow Food Abruzzo-Molise, tenutosi lo scorso 18 aprile, in cui sono state rinnovate le cariche associative, non è mancato il ricordo di Giovanni Cialone, “uomo libero e giusto”, indimenticato amico ed attivista, segretario della Condotta de L’Aquila, scomparso meno di un anno fa.

“Le associazioni più impegnate, così come è la nostra, hanno in questo momento una grande responsabilità – ha affermato Rita Salvatore, portavoce del nuovo Comitato Esecutivo – perché quante più persone saranno raggiunte dal nostro invito all’azione, tanto più efficace questa sarà, e maggiormente potremo incidere sulla effettiva transizione verso un mondo migliore”.

Individuare e tutelare nuovi Presìdi, educare ad un consumo più responsabile e consapevole ed incrementare la presenza nei tavoli politici locali per rappresentare incisivamente le istanze di una politica agroalimentare rispettosa dell’ambiente ed equa nei confronti dei lavoratori, sono tra le priorità del nuovo gruppo dirigente. Parola d’ordine è ripartire, dalle persone, dai valori fondativi e dalla presenza capillare della rete sui territori, per moltiplicarne i nodi e garantire il diritto ad un cibo buono, pulito e giusto per tutti. Questo anche in previsione del prossimo appuntamento importante quello del X Congresso Nazionale di Slow Food previsto a Genova nel mese di luglio.

Nel corso del Congresso Regionale di Slow Food Abruzzo e Molise numerosi sono stati i contributi raccolti come il racconto della nuova Comunità della piccola pesca del Cerrano, esempio dell’intensa attività di tutela della biodiversità e promozione di modelli produttivi sostenibili che Slow Food porta avanti da anni come pure l’impegno della Rete Giovani nel diffondere la cultura del Buono, Pulito e Giusto attraverso la sensibilizzazione a tematiche come il contrasto al caporalato, lo spreco alimentare, i cambiamenti climatici.