Festeggiato Michele Ingratta, il primo centenario di Villa Canale di Agnone del Molise

AGNONE – Finora, nella sua plurisecolare storia, Villa Canale, la più popolosa frazione di Agnone del Molise, non aveva avuto una sola persona che avesse raggiunto e superato, pur avvicinandosi di qualche giorno, il traguardo dei fatidici cento anni.

Sempre tanti ultranovantenni, ma nessun centenario. Adesso, finalmente, ci è riuscito Michele Ingratta, nato alle ore 1,30 di venerdì 21 novembre 1919 in via San Giocondino da Domenico e da Bambina Ingratta, come attesta l’originale dell’atto di nascita n. 21 del Comune di Agnone (allora in provincia di Campobasso), donatogli stamani, bellamente incorniciato, dal sindaco Lorenzo Marcovecchio, durante la celebrazione ufficiale del gioioso e significativo evento che ha avuto luogo nella rinomata casa di riposo “Cosmo Maria De Horatiis” della vicina Poggio Sannita.

Di estrazione contadina ed operaia come tutti i suoi compaesani, domenica 11 marzo 1945, nella chiesa parrocchiale del borgo dedicata al patrono San Michele Arcangelo, all’età di 25 anni Michele Ingratta ha sposato Fiorina Mastronardi con la quale ha vissuto ben 72 anni di matrimonio avendone sei figli: Bambina, Fiore, Aquino, Rina e Domenico. Quest’ultimo rinnova nel nome il fratello primogenito rimasto vittima di un residuato di guerra quando era poco più che bambino nei primi anni sessanta.

Zi Michele “Varritta” (come localmente è conosciuto) è stato sempre un grande lavoratore ed un uomo assai sociale e come tale ha partecipato a tutte le iniziative e a tutti gli eventi della piccola comunità villacanalese. Tra tanto altro, ha fatto parte del gruppo folk “Valle del Sole”, non è mai mancato nei vari comitati di organizzazione delle feste religiose, ha partecipato in prima fila alle rivendicazioni civili della frazione e negli ultimi decenni si è preso cura, come sagrestano, pure della chiesa parrocchiale.

Oltre al tenace lavoro e ad una vita sana e semplice, il suo principale punto di forza e di orgoglio è stata la famiglia di cui ha visto le quarte generazioni. Le quali sono accorse da ogni dove per festeggiarlo in due distinti eventi: giovedì 21 novembre 2019 con la cerimonia ufficiale, nel giorno del centesimo compleanno con la partecipazione del sindaco Marcovecchio e del delegato dell’associazione culturale “Nuova Villacanale” Giovanni Labbate, mentre la festa solenne, estesa pure ad altri parenti ed amici, avverrà sabato 23 novembre, allietata, come suo desiderio, da una banda e dai fuochi d’artificio, alla presenza di alcune emittenti televisive regionali.