Fossalto concede la cittadinanza onoraria a Ocalan, Federico (M5S): “Inaccettabile l’ingerenza della Turchia”

61

CAMPOBASSO – “Ieri il piccolo Comune molisano di Fossalto ha concesso la cittadinanza onoraria a Ocalan, leader del popolo curdo. Addirittura il ministro degli Esteri turco è intervenuto per condannare l’atto e per chiedere che in Italia non avvengano più cose del genere. Un’ingerenza, quella del Governo di Ankara, assolutamente inaccettabile e che tenta di mettere in discussione l’assetto democratico e istituzionale del nostro Paese. Non ci riuscirà, questo è certo”: così il deputato molisano Antonio Federico (M5S) risponde agli attacchi che giungono dalla Turchia dopo che alcuni comuni molisani hanno in questi anni dato la cittadinanza onoraria al leader del Pkk Ocalan.

Parla anche il sindaco di Fossalto: “Siamo stati i primi in Molise nel marzo del 2018 a dare la cittadinanza al leader dei curdi Ocalan, e lo facemmo come gesto di pace, lui e i curdi sono visti come terroristi ma non è vero. C’è una aggressione ingiustificata ad un popolo e nessuno, specie l’Europa, dice nulla. E’ grave, dice all’Ansa Nicola Marrone in riferimento all’attacco della Turchia, che ha condannato la cittadinanza onoraria del leader dei curdi nel paese del Campobassano.