Furto in una villa di Ururi, sorpresa e arrestata una coppia

59

refurtiva furto villa

URURI – Sono stati colti con le mani nel sacco due coniugi originari dell’Est, ma stanziali nel Basso Molise, sorpresi dai carabinieri della Compagnia di Larino mentre stavano rubando all’interno di una villa di Ururi. La coppia è stata notata proprio da un militare del posto mentre tagliavano, con un flessibile, il cancello dell’abitazione di una lussuosa villa sita a pochi passi dal centro abitato. Dopo aver chiamato i rinforzi, sul posto sono giunti due equipaggi della locale Compagnia dei Carabinieri che hanno sorpreso i due soggetti mentre stavano caricando il materiale appena rubato nella loro auto.

Dopo aver bloccato la coppia mentre stavano rubando, i militari hanno accertato che la i due risultavano anche già gravati da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, tra i quali appunto anche numerosi furti in abitazione compiuti in passato. Soggetti quindi noti alle Forze dell’Ordine e che avevano già messo nel bagagliaio della loro auto materiale elettrico appena asportato dalla villa, accumulatori di energia e supporti informatici per un valore superiore a settemila euro. Ingente il danno commesso dai due pregiudicati i quali sono stati trovati in possesso anche di un flessibile e di un’ascia utilizzati per rompere l’ingresso dell’abitazione. Le operazioni di controllo e perquisizione hanno poi permesso di rinvenire anche due paia di guanti, certamente utilizzati dalla coppia per non lasciare impronte digitali durante la commissione del furto.

Per i due sono scattate immediatamente le manette e ora dovranno attendere, agli arresti domiciliari, il giudizio da parte dell’Autorità Giudiziaria di Larino. L’azione di contrasto culminata con l’arresto dei due soggetti rientra appieno in un quadro ben più ampio di controllo del territorio che, costantemente e giornalmente , il Comando Provinciale dei Carabinieri di Campobasso ha già da diverso tempo attuato su tutta la provincia campobassana. Numerosi i posti di controllo soprattutto al confine col territorio foggiano, con le pattuglie dell’Arma impegnate sul territorio a garanzia e tutela dei cittadini molisani. Una risposta importante ed immediata da parte dei Carabinieri, soprattutto verso gli ultimi furti nel Basso Molise, a conferma di una presenza senza soluzione di continuità dell’Arma. Fondamentale importanza assumono anche le segnalazioni da parte dei cittadini i quali, contattando il 112, hanno la possibilità di avvertire i Carabinieri e di richiedere il loro intervento in ogni momento, ventiquattrore su ventiquattro.

“L’annoso fenomeno dei furti all’interno delle abitazioni può e deve essere arginato attraverso la sinergica collaborazione tra le Forze di Polizia a le popolazioni locali, che devono segnalare al numero di emergenza 112 presenze sospette di persone e mezzi, situazioni di evidente anomalia rispetto alla routine quotidiana, soprattutto nelle aree più periferiche dei centri abitati” è il messaggio del Colonnello Luigi Dellegrazie, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Campobasso.