Giochi della Chimica, una studentessa di Campobasso in finale

26

premiati giochi della chimica

Accede alla finale nazionale una studentessa dell’Istituto di Istruzione Superiore “Pertini-Montini-Cuoco” di Campobasso

CAMPOBASSO – E’ stata conquistata da due studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pertini-Montini-Cuoco” di Campobasso la Selezione Regionale dei Giochi della Chimica 2022. E’ salita sul gradino più alto del podio regionale la studentessa Chiara Spina dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pertini-Montini-Cuoco” di Campobasso che ha conquistato il primo posto nella finale regionale del Giochi della Chimica.

La vincitrice molisana parteciperà alla Gara Nazionale, finalmente in presenza, prevista tra il 25 e 27 maggio prossimi a Roma.

La scuola guidata dal dirigente Umberto Di Lallo continua a distinguersi e brillare nella competizione regionale. Perché al primo posto si è affiancato un secondo, conquistato da Lorenzo Di Vita, un altro studente dello stesso Istituto. Entrambi i vincitori, che hanno gareggiato per la categoria C, frequentano la classe 5E del Biotecnologico.

La cerimonia di premiazione si è tenuta presso la sede del Dipartimento di Bioscienze e Territorio
dell’Università degli Studi del Molise a Pesche lo scorso sabato 14 maggio.
Una scuola secondaria di secondo grado quella del capoluogo regionale che eccelle nelle materie scientifiche e partecipa da protagonista a competizioni nazionali distinguendosi per preparazione e competenza. Un Istituto che garantisce una solida cultura scientifico-tecnologica e che dopo il biennio comune permette la scelta tra due percorsi: biotecnologie ambientali e sanitarie.

La gara, indetta dalla Società italiana di Chimica in collaborazione con il MIUR, rientra nelle iniziative per la valorizzazione delle eccellenze. Una manifestazione nazionale che ha il duplice scopo di stimolare tra gli studenti l’interesse verso la conoscenza della Chimica e di selezionare la squadra italiana per partecipare alle Olimpiadi internazionali della Chimica.

I Giochi della Chimica sono nati nel 1984 in Veneto e sono rimasti per tre anni una manifestazione a carattere regionale. Dal 1987 sono diventati una manifestazione nazionale e si svolgono in tre momenti: una fase regionale, una fase nazionale e una fase internazionale.

La fase regionale, che prevede la soluzione di 60 problemi a risposta multipla in 120 minuti, è aperta a tutti gli studenti delle scuole superiori divisi in tre categorie: A per gli studenti del primo biennio, B per gli studenti del secondo triennio degli istituti “non specializzati in chimica” e C per studenti del secondo biennio e quinto anno degli istituti ad indirizzo chimico. Ogni categoria prevede la premiazione dei primi tre studenti classificati e dei rispettivi docenti preparatori. Gli studenti che si classificano al primo posto di ogni categoria accedono alla fase Nazionale. Il Ministero dell’Istruzione ha disposto che le Finali Regionali di tutte le gare per la rilevazione delle eccellenze ancora per quest’anno si sarebbero svolte da remoto. 10.299 gli studenti e 612 scuole coinvolte in tutte le regioni che si sono sfidati in una gara avvincente.

In Molise si sono iscritte dieci scuole per un totale di 209 studenti. L’Istituto Biotecnologico di via Scardocchia a Campobasso ha gareggiato sia per la categoria A (allenata dal prof. Giuseppe di Criscio) che per la categoria C (allenata dal prof. Evangelista Carlos), coordinati dalla responsabile del progetto Prof.ssa Sabina Niro, per un totale di sette studenti selezionati con appositi test durante la fase d’Istituto.

Per la categoria A hanno gareggiato Di Camillo Marta 2E, Graziano Chiara 2F e Amoruso Marzia 2F mentre per la categoria B hanno preso parte alla competizione Spina Chiara 5E, Di Vita Lorenzo 5E, Di Bartolomeo Francesca 4C e Di Chiro Marika 4F.

Un riconoscimento che premia la passione e la bravura dei discenti e sottolinea la grande professionalità dei docenti. C’è attesa, ora, per la finale nazionale.