Giornata della Memoria, il messaggio del sindaco di Agnone Daniele Saia

60

daniele saiaAGNONE – “Oggi, 27 gennaio 2021, si celebra la Giornata della Memoria, in ricordo di tutte le vittime dell’Olocausto della Seconda Guerra Mondiale. La Germania nazista, tramite un complesso apparato amministrativo e con la complicità dell’Italia fascista, fu responsabile della deportazione ed eliminazione di circa 15 milioni di persone, tra le quali 6 milioni di ebrei e tantissimi altri individui ritenuti “indesiderabili” (come minoranze etniche, omosessuali e portatori di handicap). I deportati venivano rinchiusi in campi di concentramento e internamento, come ad Agnone nell’ex convento di San Bernardino, per poi essere in gran parte sterminati”.

Lo afferma su Facebook il sindaco di Agnone, Daniele Saia, parlando di “atti violenti di pura follia che furono portati avanti da uomini assetati di potere e pervasi da un odio razziale e discriminatorio. È giusto ancora oggi ricordare questi abusi per arginare la furia negazionista che vena la nostra comunità. Perché fin quando non capiremo che l’umanità su questa Terra è una sola, che è meglio scoprire e comprendere invece di odiare, che bisogna tendere la mano invece che stringere i pugni, vivremo con un timore ingiustificato nei confronti del prossimo. Ed è per abbattere ogni timore ed evitare nuovi crimini razziali che noi abbiamo l’obbligo morale di ricordare, sempre”.