I Rotary Club e il distretto 2090 in campo per l’emergenza Covid-19

28

TERMOLI – Una risposta autorevole in termini di raccolta fondi e donazioni per dare un contributo fattivo e concreto all’emergenza Covid-19 che sta piagando tutto il mondo è quella che viene dal Rotary international del distretto 2090, dove i club delle 4 regioni Marche, Umbria, Abruzzo e Molise assieme alla governance distrettuale hanno attivato una raccolta fondi e una serie di azioni sul territorio (mettendo così in campo tra distretto e club risorse per circa 270 mila euro), tra cui programmi umanitari e di rango medico-scientifico condivisi a livelli di appartenenza più ampi sempre nel novero del Rotary international.

Come annunciato all’avvio della campagna solidale, anche il Distretto 2090 e i suoi Club sono scesi in campo contro la Pandemia Coronavirus per rispondere alle esigenze dei singoli territori.

Il Governatore Basilio Luigi Ciucci ha provveduto ad avviare una raccolta fondi destinata all’acquisto di Dpi da distribuire alle Aziende Sanitarie Regionali per far fronte alle esigenze sanitarie delle 4 Regioni di cui si compone il Distretto (Abruzzo, Marche, Molise e Umbria). Con il suo fondo di dotazione, in accordo con gli altri 13 Governatori italiani, ha acquistato materiale nell’ordine di 15mila mascherine FFP2 e chirurgiche distribuite gratuitamente sul territorio distrettuale. Ha coordinato poi per conto dei singoli Rotary Club e di altri Distretti Italiani l’acquisto di ulteriori 20mila mascherine FFP2. Ha promosso, inoltre, insieme ai colleghi Governatori un progetto da ben 5 milioni di dollari della Rotary Foundation in favore di 51 strutture sanitarie italiane per rispondere in maniera concreta ed a breve termine all’emergenza limitando, grazie all’uso di queste attrezzature innovative, il rischio di infezioni.

«Stiamo fronteggiando un nemico sconosciuto e invisibile – dichiara Basilio Luigi Ciucci, Governatore del Rotary Distretto 2090 – ma non dobbiamo disperare, anzi dobbiamo agire cercando di fare la differenza e ponendoci al fianco delle istituzioni per dare una mano alla speranza. Sono tante le persone colpite da questa malattia e questo ci deve essere di sprone per agire. Pur rimanendo a casa vogliamo aiutare con i nostri sforzi i medici, gli infermieri, il personale sanitario, le forze dell’ordine, i volontari ausiliari e tutti coloro che con il loro lavoro combattono per noi l’emergenza».

Il Rotary è da sempre parte attiva in una delle sue aree di intervento per la Prevenzione e cura delle malattie e non può mancare in questo momento un’azione significativa di tutti i 3.200 soci del Distretto 2090. Infatti con i loro contributi stanno raccogliendo fondi per le strutture sanitarie locali, acquistando dispositivi di protezione individuale, oltre a forniture di materiale vario, attrezzature mediche diversificate, ma anche tablet e dispositivi tecnologici il tutto donato gratuitamente per un importo pari attualmente a più di 270.000 euro.

Il “Rotary Connette il Mondo” è lo slogan di questo anno rotariano e in questo momento è il motto di tutti noi italiani vicini, seppur lontani, connessi gli uni agli altri per superare la difficoltà perché… Insieme possiamo farcela. Un impegno solidale e portato avanti con grande determinazione e sensibilità, nel solco tracciato da oltre 110 anni di storia del Rotary international, dove tutti i soci, i club e i quadri direttivi si prodigano per “Servire al di sopra di ogni interesse personale”.