Incendi nell’isernino, Casapound: “Venafro è messa a dura prova”

65
VENAFRO – Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato diramato da Casapound Isernia.
“Dopo 10 giorni è accaduto ciò che in molti si aspettavano. Alimentato dal vento l’incendio si è propagato fino ad arrivare alle porte di Ceppagna, lasciandosi dietro le spoglie di ulivi secolari, mettendo in difficoltà i piccoli imprenditori che spesso si trovano a vivere vendendo i frutti della propria terra. Venafro la città dell’olio, la piana che da sempre vanta uno dei migliori oli d’Europa è messa a dura prova.

Inutile dire che le istituzioni sono state per la maggior parte del tempo silenti, forse a causa delle ferie estive, abbandonando migliaia di cittadini in pasto ad un incedio che ha già bruciato decine di ettari. Se le istituzioni fossero intervenute in tempo avrebbero evitato sicuramente il propagarsi delle fiamme. Inutili si stanno dimostrando i tentativi dei Canadair di domare le fiamme nelle ultime ore, mentre encomiabile è come sempre il lavoro dei vigili del fuoco e della protezione civile che con turni massacranti cerca di salvare la nostra montagna e le case che pian piano vengono lambite dalle fiamme.

Infatti diverse case poste nelle vicinanze dell’incendio potrebbero essere evacuate. Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza verso i contadini che hanno visto sgretolarsi i sacrifici di una vita sotto i propri occhi”.