Insieme nell’innovazione, secondo webinar il 2 febbraio

16

Nel nuovo incontro del percorso Insieme in Salute si parlerà di Nuove possibilità per la prevenzione e cura dei tumori

insieme in salute 2 febbraio 2021CAMPOBASSO – Negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a notevoli progressi nella conoscenza della biologia dei tumori e nel miglioramento di diagnosi e cure; anche le innovazioni tecnologiche hanno permesso di individuare terapie sempre più efficaci. Nel corso del webinar Insieme nell’innovazione che rientra nel percorso di Insieme in Salute, martedì 2 febbraio alle ore 16.30, rappresentanti del mondo delle associazioni ed esperti si confronteranno sulle nuove possibilità di prevenzione e cura dei tumori.

Si parlerà anche delle opportunità offerte dalla Radiologia interventistica: la branca ultra specialistica della radiologia, che può essere una valida alternativa alla chirurgia tradizionale oppure associarsi ai trattamenti oncologici standard quali la chemioterapia e la radioterapia. Essa rappresenta il connubio tra la diagnostica strumentale e l’attività clinico-chirurgica.

“Il Radiologo interventista si occupa, in stretta collaborazione con le Unità di Chirurgia e di Oncologia, della gestione clinica del paziente, dalla diagnosi (anche mediante biopsia) al trattamento mini-invasivo delle lesioni tumorali e delle complicanze post-chirurgiche, come il controllo delle emorragie ed il drenaggio delle raccolte ascessuali, in passato affrontabili solo con interventi chirurgici a volte rischiosi – commenta Roberto Iezzi, Direttore dell’UOC di Radiodiagnostica – tra le principali attività ‘interventistiche’ in ambito clinico-oncologico vi sono il trattamento dei tumori primitivi e metastatici del fegato, il trattamento percutaneo (non chirurgico) del piccolo tumore renale e delle metastasi polmonari”. (Per maggiori informazioni sulla Radiologia Interventistica clicca qui).

Ad affrontare questi temi durante la tavola rotonda “Insieme nell’innovazione” saranno Celeste Condorelli, Amministratrice Delegata, Emilio Bria, Direzione del Governo Clinico, Francesco Deodato, Direttore Dipartimento Servizi e Laboratori, Roberto Iezzi, Direttore UOC Radiodiagnostica, Pier Francesco Alesina, Direttore UOC Chirurgia Generale ed Oncologica, Gabriella Macchia, Responsabile UOS Radioterapia per Fasci Esterni, Lorena Minotti, Direttrice del Centro di Servizio per il Volontariato – CSV Molise, Antonio Diella, Presidente Nazionale Unitalsi.

Tutti potranno partecipare in diretta e fare domande tramite i commenti sui social. È possibile seguire l’evento ed interagire con i relatori sulla Pagina Facebook e sul sito web di Gemelli Molise e dei partner del progetto.

Per un’efficacia lotta al cancro non solo farmaci innovativi e tecnologie all’avanguardia, ma anche una corretta informazione. “Insieme in salute” è il nuovo percorso di conoscenza che Gemelli Molise dedica ai temi della salute, con l’obiettivo di favorire l’empowerment della popolazione. Una occasione di incontro tra cittadini, associazioni ed esperti per favorire un corretto stile di vita e implementare la consapevolezza sulla prevenzione. Occorre essere consapevoli che la salute non si difende solo con gli strumenti che la scienza e le moderne tecnologie mettono a disposizione, ma anche correggendo il proprio stile di vita. Insieme in Salute è un il ciclo di otto incontri promosso da Gemelli Molise con il patrocinio di: Regione Molise, Provincia e Comune di Campobasso, Ufficio Scolastico Regionale, Ordini professionali degli Avvocati, dei Giornalisti, dei Consulenti del Lavoro, Caritas Diocesana, Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Partner di “Insieme in salute” anche la Molisana SpA, il Centro Sportivo M2 e la Fonte del Benessere Resort, il Comitato Paraolimpico, la Figc e la Magnolia Basket.

Collaborano al progetto numerose associazioni coordinate dal Centro di servizio per il volontariato : Admo, Aic, Amici della Cattolica, Ail, Avis, Unitalsi, il Cuore delle Donne, Iris, LILT e Lions Club. Il CSV Molise ha subito sposato l’iniziativa coinvolgendo i volontari del territorio, i quali hanno risposto con grande entusiasmo. Gli operatori delle associazioni parteciperanno portando la loro esperienza fattiva sul campo.