Isernia, acconto IMU di giugno posticipato di tre mesi

64

d'apollonioISERNIA – Il versamento dell’acconto della prossima rata dell’IMU, in scadenza il 16 giugno, potrà essere differito di tre mesi. Lo ha annunciato il sindaco Giacomo d’Apollonio prendendo atto dei contenuti della Risoluzione n. 5/DF dell’8 giugno, pubblicata sul sito web del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

«Giungere a un tale differimento – ha spiegato il sindaco – era da tempo espressa volontà dell’amministrazione comunale, che stava attendendo le opportune precisazioni ministeriali. La risoluzione 5/DF, infatti, fornisce alcuni chiarimenti sulla possibilità per i Comuni di posticipare i termini di versamento dei tributi locali, in ragione dell’emergenza epidemiologica Covid-19, e indica le modalità con cui i Comuni possono decidere il rinvio; facoltà che può essere esercitata attraverso una delibera di giunta che, successivamente, dovrà essere ratificata dal consiglio comunale. Nel pomeriggio di oggi ha aggiunto d’Apollonio – approveremo in giunta l’atto deliberativo che stabilisce il differimento di tre mesi. I contribuenti isernini, quindi, avranno tempo fino al 16 settembre per pagare l’acconto IMU che scadrà martedì prossimo».

La Risoluzione n. 5/DF evidenzia, altresì, che la quota IMU riservata allo Stato è sottratta alla disponibilità dei Comuni, quindi per essa non è possibile intervenire, e vengono esclusi dall’agevolazione del differimento gli immobili ricadenti nella categoria catastale D, la cui scadenza rateale dell’acconto resta fissata al 16 giugno.