Isernia, “Ferragosto sicuro”: nove persone denunciate

60

posto di blocco dei CarabinieriISERNIA – Sono nove le persone denunciate dai Carabinieri in provincia di Isernia durante il ponte di Ferragosto, nel corso dei controlli predisposti per garantire sicurezza e tranquillità a cittadini e vacanzieri. I risultati di quest’ultima operazione vanno ad aggiungersi ai tre arresti e alle dodici persone denunciate nei giorni scorsi nell’ambito dell’operazione denominata “Ferragosto sicuro”.

A Castelpetroso, i militari della Stazione Carabinieri di Cantalupo nel Sannio, hanno denunciato un 50enne del posto, poichè riconosciuto responsabile del furto di uno smartphone, avvenuto all’interno di un locale pubblico, ai danni di un 20enne del luogo. Per lo stesso motivo, è stato denunciato a Venafro, dai militari della locale Stazione, un 40enne di Cassino, per aver asportato un iphone, all’interno di uno studio medico.

Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 18enne del luogo, per porto illegale di armi, essendo stato trovato in possesso di un coltello di genere vietato. L’arma è stata sottoposta a sequestro. Ancora a Venafro, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 25enne di Alatri, per sostituzione di persona e falsità in scrittura privata. Secondo quanto accertato dai Carabinieri, il giovane aveva prodotto una falsa documentazione relativa alla stipula di un contratto per la fornitura di gas ed energia elettrica, a favore di una ditta, a totale insaputa dei gestori della stessa.

Ad Agnone i militari della locale Stazione, deferivano un 40enne di Napoli, per aver messo in commercio giocattoli privi del prescritto marchio della Comunità Europea e ritenuti pericolosi per la salute e la sicurezza dei bambini. In totale venivano sottoposti a sequestro sessanta giocattoli di diversa tipologia, per un valore complessivo di oltre mille euro. Sempre ad Agnone, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno contestato a due 30enni del luogo, organizzatori di una serata di intrattenimento musicale, la somministrazione di bevande alcooliche durante gli orari notturni, in violazione alle vigenti normative in materia di sicurezza stradale.

Infine a Capracotta, un 20enne ed un 45enne, entrambi del luogo, dovranno rispondere di atti contrari alla pubblica decenza, in quanto sorpresi dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, mentre urinavano sul muro di un’abitazione del centro storico. Numerose le contravvenzioni elevate nei confronti di locali pubblici, in particolare nella zona del Venafrano, per violazioni in materia amministrativa e igienico-sanitaria, nonché per la diffusione di musica ad alto volume nelle ore notturne.