Isernia, incontri in videoconferenza con gli studenti per parlare di bullismo e cyberbullismo

13

ISERNIA – Proseguono gli incontri della Polizia di Isernia con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia sui temi del bullismo e del cyberbullismo, per riflettere insieme ai ragazzi, ai docenti ed ai genitori sul sempre più attuale e delicato rapporto tra internet ed i giovani. Personale specializzato della locale Sezione della Polizia Postale ha incontrato gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Isernia, delle scuole secondarie di primo grado di Colli a Volturno e delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Agnone.

La continua evoluzione delle tecnologie informatiche e il rapido aumento del numero di utenti hanno portato la società civile a misurarsi con temi e problematiche di incredibile dinamismo e complessità: il cyberbullismo, l’adescamento online, la pedopornografia sono solo alcuni esempi delle possibili interazioni tra giovani e Internet.

L’obiettivo degli incontri è stato quello di evidenziare le problematiche connesse all’utilizzo di internet, mostrando agli studenti video di storie realmente accadute che parlano un linguaggio comprensibile ed efficace, facendo loro comprendere le conseguenze che la tecnologia può generare nella vita di un ragazzo ed esortandoli a spezzare l’isolamento in cui vivono loro stessi o i loro compagni, con il supporto qualificato delle istituzioni.

Il personale della Polizia di Stato, ha ricordato l’importanza di segnalare immediatamente eventuali situazioni di abusi e di prestare sempre molta attenzione al comportamento, alle parole ed ai messaggi che gli studenti utilizzano a scuola e nella sfera virtuale.