Isernia, soccorsa dai Carabinieri una famiglia in difficoltà

103

ISERNIA – È una calda mattinata di giugno, da poco sono trascorse le 13.00, quando una pattuglia della Stazione carabinieri di Rionero Sannitico, percorrendo la statale 17, nota all’altezza del bivio “Le vigne” un furgoncino con targa straniera, fermo in panne sul ciglio della strada. I militari, intuita la situazione di difficoltà, si accostano al mezzo per dare assistenza agli occupanti.

A bordo c’è un uomo, con la figlia minorenne, che parla poco italiano ed ai carabinieri spiega di essere diretto verso Napoli per cercare un lavoro stagionale nelle campagne. Con sé ha poco denaro, sufficiente a mala pena per il carburante e qualche genere di conforto.

Basta questo ai militari per attivarsi a sostegno dei malcapitati, coinvolgendo il primo cittadino di Rionero ed il parroco che si occupano di alloggiarli in una struttura del luogo e di provvedere alla riparazione del mezzo.

Nel contempo, l’Arma territoriale cura anche i necessari rapporti con l’Autorità consolare della Repubblica Ceca che, in pochi giorni, predispone la documentazione per il rientro in patria (passaporti temporanei di emergenza), manifestando più volte profonda gratitudine per il trattamento riservato ai propri connazionali.

Ad una settimana dall’accaduto, l’uomo e la figlia minore sono ripartiti alla volta della Repubblica Ceca, ringraziando i carabinieri e le autorità locali per l’aiuto ricevuto. Un episodio che, ancora una volta, ha dimostrato l’impegno dell’Arma in favore dei deboli e la sua spiccata capacità ad operare in massima sinergia con le altre istituzioni dei territori.