La Guardia Costiera sequestra 1.620 kg di pesce, maxi operazione in Abruzzo e Molise con sanzioni e controlli

69

TERMOLI – Ben 185 ispezioni, 468 controlli, 55 illeciti rilevati, 1.621,50 Kg di prodotto ittico sequestrato, 92mila euro di sanzioni elevate: sono questi i numeri di “Frontiere Tracciabili”, l’ultima operazione portata a termine dai militari della Direzione Marittima dell’Abruzzo, Molise ed Isole Tremiti, impegnati su tutto il territorio di giurisdizione.

L’operazione che ha riguardato sia il litorale nelle province l’entroterra, è stata finalizzata al controllo della filiera ittica, dalla pesca in mare alla commercializzazione, per garantire il rispetto delle normative di settore inerenti la qualità e la salubrità dei prodotti ittici immessi sul mercato.

La mirata attività di controllo da parte della Guardia Costiera assume notevole rilevanza in considerazione del fatto che ingenti quantità di merce non in regola” viene sottratta dal circuito commerciale prevenendo e scongiurando, in tal modo, il rischio, che prodotti non idonei al consumo giungano sulle tavole di ignari consumatori.