La Molisana Magnolia – Lucca: presentazione, dove vedere la diretta

32

quinonez palleggio

Le indicazioni tattiche di Mimmo Sabatelli: «Dovramo avere il controllo dei ritmi e mantenere la calma in attacco»

CAMPOBASSO – Il secondo confronto consecutivo all’Arena con la prospettiva, davanti, di allungare una striscia positiva che, attualmente, racconta di quattro successi in altrettante gare nella massima serie cestistica in rosa. La Molisana Magnolia Campobasso è pronta a concludere un ottobre indubbiamente memorabile, affrontando nel proprio impianto il Lucca, formazione che, sinora, ha raccolto due soli punti all’attivo, quelli ottenuti nello scenario amico del PalaTagliate contro Moncalieri, ma che, nel suo percorso, ha creato più di un grattacapo ad una corazzata come il Venezia, attuale leader del torneo al pari di Schio e dei #fioridacciaio.

SGUARDO AL PRESENTE – Sul fronte rossoblù, però, quanto fatto sinora – al centro di grande interesse non solo in ambito locale, ma anche nazionale (il club è stato al centro dell’approfondimento principale sulle pagine dell’ultimo numero della webzine Pink Basket) – è, come afferma con un’efficace metafora lo stesso coach delle magnolie Mimmo Sabatelli «il contenuto di un cassetto chiuso che ormai appartiene al passato e di cui, ovviamente, siamo contenti per quanto abbiamo fatto. Ora è necessario concentrarci sul presente e su di una partita complicata contro una squadra che, dalla sua, ha delle caratteristiche in grado di poterci mettere in difficoltà, motivo per cui, a fronte di una gara che si annuncia per nulla semplice, sarà opportuno tenere particolarmente alta la concentrazione».

FRONTE AVVERSO – In effetti, le toscane affidate all’ex coach del Ponte Buggianese Luca Andreoli, possono contare su di un mix di rilievo tra giovani talenti ed elementi di comprovata esperienza. Con il capitano Maria Miccoli a rappresentare una importante linea di continuità con le ultime stagioni del club, sul versante straniero hanno raggiunto la Toscana le esterne statunitensi Blake Dietrick e Sydney Wiese (quest’ultima proveniente dalla Wnba) e la pivot polacca Kaczmarczyk. Sul fronte delle italiane, invece, accanto a Carlotta Gianolla e Sofia Frustaci che hanno seguito in quest’avventura il loro tecnico, ad andare a puntellare l’organico Caterina Gilli (da Sesto San Giovanni), l’ex Venezia Giulia Natali e Francesca Parmesani, reduce dall’esperienza a Broni.

CARATTERISTICHE PRIMARIE Un mix analizzato con dovizia di particolari dallo staff tecnico rossoblù nella preparazione settimanale della contesa.

«Energia e transizione – spiega Sabatelli – sono le armi principali di un gruppo che, se riesce a galvanizzarsi, è capace di prestazioni incredibili, come avvenuto contro Venezia. Dalla loro, tra l’altro, hanno delle ottime percentuali dalla lunga distanza, il che senz’altro rende ancora più intricata la contesa».

STATO DI SALUTE Dal canto loro, le magnolie – così come dall’inizio della preparazione – si sono allenate sodo in vista del match.

«Il gruppo sta bene – riconosce il trainer campobassano – ed è stato protagonista di un ciclo di sedute senz’altro intenso, proficuo e fruttuoso. Un po’ a parte ha lavorato la sola Premasunac, ma è pronta a stringere i denti e ad essere anche lei della contesa».

PUBBLICO VICINO – Pronta, al pari degli altri #fioridacciaio, a sentire su di sé l’incessante sostegno del pubblico dell’Arena.

«Il nostro augurio è quello di vedere – quando anche le normative lo permetteranno – l’impianto pieno nella sua interezza. Senz’altro l’entusiasmo in città è crescente (contro Lucca si prevedono numeri ancora più ampi di quelli già particolarmente importanti registrati nella sfida con Sassari, ndr) e le ragazze hanno bisogno dell’affetto di un tifo, che è a tutti gli effetti il sesto elemento sul parquet ed è in grado di stimolare sempre più questa squadra a proseguire nel suo percorso di crescita».

NICOLODI AZZURRA – Un itinerario che, in virtù delle prestazioni offerte, ha riportato Giuditta Nicolodi (tra l’altro ex di giornata nella circostanza) nel giro azzurro. L’ala trentina è stata inserita, figurando tra le otto ‘riserve a casa’, tra le ventiquattro giocatrici convocate dal commissario tecnico Lardo per le prime due gare di qualificazione agli Europei di Slovenia ed Israele del 2023.

«Il fatto che il percorso portato avanti con lei – argomenta felice coach Sabatelli – l’abbia riportata nel giro della Nazionale è per noi motivo di profondo orgoglio. Del resto, al pari delle compagne, si sta impegnando tantissimo sin dall’ultima decade di agosto».

RITMO VITALE – Proiezioni e prospettive che, però, subito finiscono in secondo piano perché, nel pensiero dominante in casa campobassana, c’è ora l’incrocio con Lucca, contesa che passa – necessariamente – per alcuni capisaldi ben definiti nel piano partita elaborato per la circostanza: «Controllare il ritmo sarà decisivo. Dovremo cercare di evitare di giocare frettolosamente, cercando di avere pazienza in attacco e continuando a fare quel lavoro che stiamo portando avanti da inizio stagione in difesa».

MANTRA INTATTO – Il tutto tenendo ulteriormente fede a quello che è il mantra rossoblù sin dall’avvio di questa seconda esperienza nella Techfind serie A1: ossia concentrarsi su di una partita alla volta (quella del momento), senza pensieri su quanto potrà essere in prospettiva.

FISCHIETTI IN STREAMING – In un’altra contesa dall’esclusiva diretta pay su Lbftv, La Molisana Magnolia Campobasso-Lucca con palla a due alle ore 18 di domenica 31 ottobre sarà diretta dalla terna arbitrale composta dal leccese Antonio Bartolomeo e dai milanesi Cristina Mignona e Matteo Lucotti, rispettivamente secondo e terzo fischietto.