La Molisana Magnolia – San Giovanni Valdarno, la presentazione del match

29
stoppata di chelsey perry
La stoppata di Chelsey Perry – photocredit: Marco Brioschi

Le sensazioni della vigilia del tecnico Mimmo Sabatelli: «Prestare grande attenzione, la difesa sarà la chiave di volta»

CAMPOBASSO – Ritrova il parquet con determinazione, grinta ed accresciuta voglia di far bene La Molisana Magnolia Campobasso. Dopo la sosta figlia della finestra di qualificazione agli Europei per le nazionali, che ha comunque visto tre rossoblù (nello specifico Stefania Trimboli e Giuditta Nicolodi con l’Italia da un lato, Marie-Michelle Milapie con la Francia dall’altro) impegnate nei collegiali con le rispettive selezioni di 3×3, i #fioridacciaio si sono avvicinati con una forte tempra a quello che sarà il decimo turno di campionato che vedrà il quintetto del capoluogo di regione sfidare la matricola San Giovanni Valdarno per il primo di due confronti interni consecutivi, nonché per la prima di quattro gare nell’arco di diciassette giorni che andranno a chiudere il girone di andata, regalando alle prime otto della classe la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia.

SFIDA COSTANTE – Per quella che, di fatto, è stata una costante nelle tre stagioni di A2 delle magnolie – un match sempre intenso in regular season con sei gare di cui cinque andate alle molisane, sempre a segno nei confronti interni nell’allora scenario di Vazzieri – il gruppo rossoblù ha lavorato sodo, determinato ad affrontare la contesa nel migliore dei modi.

«Siamo carichi – spiega alla vigilia il coach delle campobassane Mimmo Sabatelli – dopo una settimana di lavoro molto piena in cui ci siamo ben disimpegnati. In tutti c’è la consapevolezza della difficoltà della contesa. Le quattro gare in diciassette giorni? Sono uno spartito che accomunerà un po’ tutti i team di questo torneo e, pertanto, abbiamo dentro la certezza di doverci far trovare pronti per chiudere al meglio il girone d’andata con l’obiettivo importante di provare a centrare la nostra seconda qualificazione consecutiva in Coppa Italia, provando anche con forza a sfruttare il fattore Arena (tre delle quattro gare dell’ultimo mese dell’anno saranno tra le mura amiche, ndr)».

WELCOME BACK BLANCA – La sfida con le toscane – tra l’altro – segnerà il ritorno sul parquet ad oltre un mese e mezzo di distanza dall’ultima gara disputata (quella con Ragusa) per l’ecuadoriana Blanca Quiñonez.

«Senz’altro il suo rientro rappresenta un’importante rotazione in più per noi – concorda il trainer campobassano – e anche lei ha lavorato sodo in settimana. Dovremo però centellinarla perché al momento non ha tantissimi minuti nelle gambe, com’è naturale che sia dopo questo lungo periodo di stop».

CONCENTRAZIONE MASSIMA – In particolare, coach Sabatelli è pronto a mettere in guardia le sue – peraltro ben temprate dalle sfide molto equilibrate con Faenza, Brescia e Crema – dal prendere in considerazione i dieci punti di margine sulle avversarie di giornata.

«Così come avvenuto nelle altre circostanze – argomenta – la classifica è l’ultimo dei nostri pensieri. Parliamo di una squadra che ha tutte le carte in regola per mettere in difficoltà qualsiasi avversaria, come del resto avvenuto sinora, e pertanto dovremo affrontarle nel miglior modo possibile».

GAME BY GAME – Il che vuol dire anche attenendosi con forza al mantra di questa stagione tra le rossoblù, ossia pensare ‘gara dopo gara’, senza alcun retropensiero sul successivo ulteriore match interno con la Virtus Bologna o sulla sequenza legata alla trasferta a Moncalieri ed al confronto interno con San Martino di Lupari che andrà a chiudere il girone di andata.

«Come avvenuto sinora – sintetizza – tutte le energie dovranno essere profuse su questo match. Andare oltre significherebbe perdersi».

UN’EX ALL’IMPROVVISO – Sull’altro fronte ci sarà grande curiosità per rivedere nel capoluogo la lunga casertana Emilia Bove, giocatrice che ha lasciato una grande impronta nella storia del club e che ha rappresentato uno degli idoli indiscussi della tifoseria rossoblù, oltre che per la sua grinta testimoniata sempre sul parquet anche per la verve e la simpatia nei momenti fuori dal campo.

La San Giovanni Valdarno di coach Alberto Matassini però non ha come unico riferimento la giocatrice campana. Faro del back court ospite è l’ex Virtus Bologna Elisabetta Tassinari che, unitamente all’esterna australiana Madeleine Garrick, rappresenta la principale ‘bocca di fuoco’ dell’ensemble toscano. Che, peraltro, può contare anche sulle qualità della playmaker ex Faenza Licia Schwienbacher, sul dinamismo dell’ala austriaca – tra i perni della nazionale del suo paese – Sigrid Koizar e su di una lottatrice di indubbio rilievo sotto canestro come la francese Awa Trasi.

«Hanno delle caratteristiche di assoluto spessore – concorda Sabatelli – ed in particolare tanti punti tra le mani in almeno un paio di elementi. Il loro intento è quello di centrare la salvezza, motivo per cui sono pronte a giocarsela a viso aperto su ogni campo».

DIFESA CAPITALE – Motivo in più, tra l’altro, per dar vita ad una gara in cui il marchio di fabbrica dei #fioridacciaio venga esaltato ulteriormente.

«La difesa – chiosa il coach delle magnolie – dovrà rappresentare una volta in più la chiave di volta per portare dalla nostra questa contesa».

ALTRI DETTAGLI – Il confronto con le toscane illuminerà la prima domenica del mese di dicembre (nello specifico legata al giorno 4) con palla a due alle ore 18. A regolare il traffico una terna mista composta da due pugliesi (il primo arbitro brindisino Angelo Caforio ed il secondo tarantino Christian Mottola) ed una ravennate (il terzo arbitro Maria Giulia Forni). La gara, da consuetudine, andrà in onda in esclusiva diretta streaming su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile.

XMAS IN THE AIR – All’insegna del claim ‘IMerryChristmas’, il match con le toscane rappresenterà il primo del ciclo dei tre interni di dicembre al centro di un miniabbonamento strenna natalizia proposto dal club ai propri appassionati. Non solo sempre ‘IMerryChristmas’ è anche lo slogan presente sull’esclusivo maglione rosso che sarà in vendita nello store dell’Arena che ha già avuto un lancio social in settimana con modelle per l’occasione Anna Togliani e Chelsey Mariah Perry.

SOTTO I FLASH – Il match contro San Giovanni Valdarno, peraltro, sarà – assieme a quello con la Virtus Bologna e alla settimana di sedute che anticiperà il match con le felsinee – il confronto che farà da sfondo al contest ‘Scatti d’acciaio’, l’iniziativa congiunta portata avanti dal club con l’associazione ‘Vivan Maier’ di Campobasso con al via ben ventisette fotoreporter pronti ad immortalare con i loro scatti i momenti più particolari della contesa. In particolare, le foto più interessanti saranno premiate con materiale tecnico del club firmato dalle giocatrici rossoblù con una selezione che, poi, sarà al centro di una mostra inaugurata nel giorno della sfida con San Martino di Lupari.

CON I PIÙ PICCINI – La prima gara di dicembre, inoltre, segnerà il vernissage ufficiale di un progetto già in itinere da qualche tempo che vede il team rossoblù impegnato a portare lo sport nella scuola dell’infanzia grazie ad una sinergia con il comprensivo del capoluogo di regione ‘Sant’Antonio di Padova’, su precisa richiesta di padre Lino Jacobucci e della dirigente scolastica Erika Cieri. Nello specifico, è stato creato un laboratorio rivolto alle classi della scuola dell’infanzia, che ha risposto con l’adesione di ben tre sezioni. Obiettivo la conoscenza e la consapevolezza del proprio corpo, imparandosi a muovere nello spazio da soli e con gli altri attraverso il gioco. Prima del match, infatti, sarà donato alla scuola un indumento tecnico del team con le firme di tutte le giocatrici della prima squadra.

ADMO IN VISTA – Sempre in occasione del match con le toscane, le rossoblù saranno impegnate in un momento di forte sensibilizzazione per quella che è ormai una storica sinergia con l’Admo Molise intitolata a Carolina Sabatelli. Il gruppo rossoblù si riscalderà con una t-shirt di richiamo all’importanza della donazione e al momento della presentazione esibirà anche uno striscione sul tema. Prima della contesa, tra l’altro, l’associazione donerà un panettone solidale alla terna arbitrale, agli ufficiali di campo, alle due capitane e ai due coach.