La nuova scommessa di Ruggero Lacerenza: Leandro Damiao

59
Ruggero Lacerenza

TERMOLI – Il molisano Ruggero Lacerenza, agente Fifa, ha ottenuto il mandato per l’Europa di un talentuoso giocatore brasiliano: Leandro Damiao. Un calciatore assolutamente interessante, del quale abbiamo voluto sapere di più parlandone con lo stesso Lacerenza.

Leandro Damiao è un nome da annotare sul taccuino. Come descriverebbe tecnicamente questo atleta?

“Leandro Damiao è un attaccante centrale completo, tecnico, che si muove su tutto il fronte offensivo. E’ un atleta che ama giocare con la squadra, che dialoga, che copre gli spazi e soprattutto è un grande finalizzatore”.

Nel curriculum di Leandro Damião ci sono anche prestigiose squadre brasiliane come Santos, Cruzeiro e Flamengo…

“Sicuramente ha avuto trascorsi molto importanti, e con la sua esperienza e qualità può dare una mano in qualsiasi club, sia italiano che estero”.

Quali caratteristiche umane ha individuato in Leandro Damiao?

“È un ragazzo molto professionale, serio, un atleta che ha molto spirito di sacrificio e che se si adatta al posto, al progetto, pertanto può diventare un reale valore aggiunto alla squadra”.

Il giocatore vanta già un buon palmares, avendo vinto la Coppa Libertadores con l’Internacional, vari campionati tra Internacional e Flamengo e diversi trofei in Giappone. Inoltre ha anche militato nella nazionale carioca.

“Sì. Parliamo di un atleta di 32 anni, che ha vinto molto e che vanta ben 20 presenze nella nazionale brasiliana. Come dicevo, è un professionista affermato che io vedrei bene nei seguenti campionati: in Spagna, in Francia, in Portogallo e, perché no, anche in Italia”.

Come potrebbe inserirsi nella nostra Serie A?

“Credo che in Serie A molti club avrebbero bisogno di una punta così, che possa fare reparto da solo ma che allo stesso tempo possa far “crescere” anche i compagni più giovani”.

C’è una squadra in particolare alla quale lo consiglierebbe?

“Lo consiglierei ad una squadra che cerca una punta di esperienza, che possa garantire copertura del ruolo per 2/3 anni. Parliamo di un attaccante forte, che ha sempre realizzato un buon numero di gol”.