L’auspicio di Vittoria Iannacone: “Tornare presto a suonare e vivere del nostro lavoro”

11

TORELLA DEL SANNIO – “La mancanza di live si fa sentire, con l’augurio che presto possiamo tornare a suonare e vivere del nostro lavoro e la libertà delle nostre vite”. E’ l’auspicio della cantautrice molisana Vittoria Iannacone, originaria di Torella del Sannio, che si fa così portavoce di molti artisti che da troppi mesi non hanno più la possibilità di esibirsi live. Domani, 26 aprile, ci saranno le riaperture e il Molise tornerà in zona gialla, ma allo stato attuale è ancora molto difficile ipotizzare concerti dal vivo soprattutto perché vige ancora il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5.

Intanto lo scorso weekend in Piazza del Popolo a Roma è arrivata la protesta di “Bauli in piazza”, con cui i lavoratori dello spettacolo sono tornati a far sentire la loro voce. Obiettivi della manifestazione: 1) immediata istituzione di un fondo da erogare in soluzioni mensili a tutte le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo ed eventi, sia discontinui che partite iva, che coprano il periodo gennaio-dicembre 2021, per garantire una soglia minima di continuità di reddito; 2) immediato sostegno economico per le imprese della filiera basato sul fatturato annuo legato a spettacolo ed eventi; 3) immediata calendarizzazione di un tavolo interministeriale che, su parametri prestabiliti, imposti i modelli graduali di ripartenza del settore, per dare una visione prospettica e agibilità imprenditoriale; 4) immediata calendarizzazione di un tavolo interministeriale che affronti la riforma del settore con particolare riferimento alla previdenza e all’assistenza delle lavoratrici e dei lavoratori.