Lettera dei pazienti a Frattura e Asrem per salvare l’emodialisi di Agnone

foto Ospedale AgnoneISERNIA – Lettera aperta dei pazienti in trattamento emodialitico di Agnone al presidente della Regione Molise, Paolo Frattura, e all’Asrem per chiedere certezze sul futuro dell’Uos Emodialisi del nosocomio agnonese.

“Nell’atto aziendale definitivo – scrivono – non compare l’Uos e neanche il Servizio Dialisi di Agnone collegato all’Uos di Isernia. Siamo arrabbiati perché dal 2011 la nostra Uos ha il personale medico e infermieristico ai minimi termini con 18 pazienti in trattamento, 4 in lista d’attesa e 12 pazienti dializzati che nei mesi estivi vorrebbero rientrare nel paese d’origine, ma non trovano posto”.

Nella lettera, fanno rilevare che vivono in un’area montana e che sono “soggetti a frequenti rimodulazioni farmacologiche con consulenze con i reparti di Medicina Generale e Chirurgia” e che, perciò, hanno bisogno “di essere trattati sotto controllo medico in una struttura ospedaliera”. I pazienti dializzati di Agnone non escludono di adire le vie legali contro Regione Molise e Asrem.