Magnolia Basket Campobasso, il bilancio della terza settimana di lavoro

15

allenamento magnolia

L’analisi di coach Mimmo Sabatelli: «Vedremo una squadra tosta e con tanta qualità». Sabato test a Battipaglia

CAMPOBASSO – Anche la terza settimana di lavoro (la seconda della seconda fase) in casa La Molisana Magnolia Basket Campobasso è trascorsa in maniera particolarmente proficua, ulteriore tappa di avvicinamento verso lo storico esordio in serie A1 del prossimo 4 ottobre. Una serie di sei giorni di lavoro da lunedì a sabato che ha avuto, al proprio interno, anche un momento di forte coinvolgimento nella serata di venerdì con la presenza dei tifosi all’esterno del PalaVazzieri.

FULL BOARD – Per il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli l’occasione diretta di un bilancio di rilievo. «In questi ultimi giorni siamo riusciti ad essere sostanzialmente al completo per poter dar vita a quel lavoro globale che prima era difficile attuare ed in questa fase stiamo iniziando a svolgere con una certa costanza».

DETTAMI DI GIOCO – Nello specifico, le campobassane stanno approfondendo elementi tattici e regole di gioco che porteranno avanti nel corso della stagione.

«L’inserimento di Sanchez e Wojta, negli ultimi giorni, ha allungato le opzioni di un gruppo che sta mettendo in mostra un’applicazione ed una dedizione incredibili. Sono contento di quanto stiamo facendo e di come la squadra lavora sodo. Questi rappresentano segnali importanti in prospettiva».

PRIMO RISCONTRO – Del resto, per le rossoblù, sabato ci sarà il primo riscontro sul parquet in occasione dello scrimmage sul parquet di Battipaglia contro una delle altre tredici compagne di viaggio della prossima stagione per quello che sarà una sorta di antipasto della sfida di regular season prevista alla quinta giornata (andata nello scenario ‘La Molisana Arena’ il 25 ottobre, ritorno in Campania col nuovo anno il 31 gennaio).

«Sarà l’opportunità – spiega Sabatelli – di una prima verifica. Sinora ci siamo concentrati sì sulla tecnica, ma anche e soprattutto sull’aspetto fisico. Dalla settimana in arrivo, e soprattutto in occasione del test a Battipaglia, vedremo sulla scia di quello che ci dirà il campo cosa stiamo facendo e come lo stiamo facendo».

DNA MAGNOLIA – Ma che La Molisana Magnolia dovranno attendersi i tifosi rossoblù? «Sarà una squadra tosta – sostiene senza mezzi termini il tecnico dei #fioridacciaio – con tanta qualità e grande energia, una squadra che ha tutte le capacità per far bene. Ovviamente è necessario del tempo, trattandosi di un gruppo con diversi innesti per trovare le giuste alchimie necessarie ad esprimere la nostra filosofia di gioco, ma si tratta di ragazze che hanno voglia di apprendere ed imparano in fretta e sono certo che ben presto riusciremo a trovare una sintesi opportuna».

FORTE AFFETTO – Nel frattempo, negli occhi e nell’animo delle cestiste rossoblù ci sono ancora le immagini di venerdì sera quando un gruppo di fedelissimi della Curva Nord si è ritrovato all’esterno dell’impianto per far sentire il proprio affetto alle magnolie.

«Quello – chiosa Sabatelli – è stato un momento davvero bello. Sentire i cori dei supporter e vedere lo stupore nella faccia delle nuove arrivate è stato un segnale molto forte. Quello, cioè, del grande affetto dei nostri tifosi, desiderosi di cingerci in un abbraccio fortissimo. Tutti noi speriamo che questa condivisione possa avvenire il prima possibile: per noi, ma anche per loro, anche perché queste ragazze non vedono l’ora di poter contare sul loro sostegno».

PRESIDENTE DELEGATA – Una bella soddisfazione, per il club rossoblù, è arrivata anche sul versante della ‘scrivania’. La presidente Antonella Palmieri è stata eletta tra i cinque delegati (gli altri quattro sono Alessandro Cerrato, Vittorio Giurati, Paolo Manclossi e Marco Mura) che rappresenteranno le società al via nei campionati nazionali femminili in occasione delle prossime elezioni per la presidenza federale che si terranno il 13 novembre a Roma. Sempre nell’Urbe, sabato mattina, si sono svolte le votazioni per l’elezione dei rappresentanti alla presenza dei referenti di ben 32 società, segnale importante per l’intero movimento cestistico in rosa, capace di dimostrare, ancora una volta, grande partecipazione, disponibilità e coinvolgimento.