Miranda, prevenzione truffe: incontro tra Carabinieri e anziani

36

incontri anziani cc

MIRANDA (IS) – Ieri mattina in occasione della Santa Messa domenicale, quale momento di aggregazione anche di persone anziane, il Comandante della Stazione Carabinieri di Isernia, ha incontrato in chiesa la popolazione di Miranda, spiegando quali sono le truffe più ricorrenti in danno di anziani, come ad esempio quella dei “finti Carabinieri” che telefonano dichiarando di aver arrestato un congiunto e chiedono una cauzione per il rilascio o quella forse ancora più diffusa del pacco ordinato falsamente da un congiunto da pagare alla consegna che normalmente contiene cianfrusaglie o addirittura il classico e sempre attuale “mattone in laterizio”.

Tantissime le tipologie di truffe ed i meccanismi di attuazione passate in rassegna. Nel corso dell’incontro è stata evidenziata l’assoluta importanza di non aprire la porta a sconosciuti, quali procacciatori di affari, sedicenti dipendenti Enel o di altre società erogatrici di servizi vari per letture contatori, controllo o verifica bollette, i cui dati identificativi non devono mai essere divulgati anche telefonicamente ed in caso di sospetto di chiamare i Carabinieri al “112”.

Molta attenzione è stata anche posta dal Maresciallo Comandante di Stazione, nell’esporre il fenomeno dei furti in abitazione che spesso si verificano nella tarda mattinata o primo pomeriggio e in prossimità delle festività, quando magari gran parte della famiglia è fuori casa per lavoro o altro, fasce orarie in cui deve essere massima l’attenzione, auspicando che si possa tornare all’antica solidarietà nei piccoli centri con la creazione di una rete civica di cittadinanza attiva che si sostenga e collabori con le Forze di Polizia.