Il Molise ricorda Falcone e Borsellino

63

CAMPOBASSO – “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sono due eroi, loro malgrado. Volevano essere solo uomini di legge e fare il loro lavoro, invece si sono ritrovati a svolgere un ruolo che non è stato solo quello del semplice giudice, ma di eroe sacrificale”.

Lo ha detto il presidente del Tar Molise, Silvio Ignazio Silvestri, incontrando a Campobasso 400 studenti delle scuole superiori di secondo grado, nel corso di un convegno sul tema ‘Legalità e giustizia amministrativa – dialogo su legalità e cittadinanza oltre i luoghi comuni’, organizzato dall’Ufficio scolastico regionale.

L’evento, per commemorare le stragi di Capaci e via D’Amelio. Falcone e Borsellino, due uomini dello Stato lasciati soli? “Questo era un refrain in quegli anni quando si parlava di giudici – ha aggiunto – questa condizione l’accosterei, invece, al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa che effettivamente ebbe una situazione nella quale, probabilmente, fu lasciato solo anche se non credo che questa sia stata la ragione del suo omicidio”.