Molise zona rossa dal 1° marzo: ecco cosa si può fare

728

molise zona rossa

Il passaggio in zona rossa annunciato dalla Cabina di Regia, manca solo l’ordinanza del Ministro Speranza. Le attività consentite

CAMPOBASSO – Da lunedì 28 febbraio il Molise sarà zona rossa. La conferma é arrivata durante il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiorità di Sanità. A richiedere al Governo l’estrema misura restrittiva era stato il Governatore Toma, come ha  confermato il professor Giovanni Rezza, consulente del Ministero della Salute. Sarà l’ordinanza firmata nelle prossime ore dal Ministro Roberto Speranza a darne l’ufficialità. Troppo altro l’incremento dei contagi, che aveva già portato all’istituzione della zona rossa per 33 Comuni, localizzati soprattutto nell’area orientale della regione. Troppo in affanno le terapie intensiva e le aree mediche sono in affanno al punto che alcuni trasferire alcuni pazienti sono già stati trasferiti fuori Regione. Nei giorni scorsi era stato chiesto l’intervento dell’Esercito per l’attivazione in emergenza di almeno dieci posti letto di terapia intensiva Covid presso vari ospedali.

Le attività consentite

Saranno consentiti soltanto gli spostamenti dettati da comprovati motivi di lavoro, salute o necessità, anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma. Non ci si potrà spostare verso abitazioni private. Sarà, invece, sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Bar e ristoranti resteranno chiusi; sarà consentito soltanto l’asporto dalle ore 5 alle 18 mentre fino alle 22 sarà ammessa la consegna a domicilio,  nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Sospese le attività di commercio al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità.

Chiusi musei e spazi culturali mentre le Sante Messe potranno essere celebrate nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le rispettive confessioni. Chiuse palestre e piscine, salvo per atleti che praticano agonismo, sarà consentita l’attività motoria invividuale e nel rispetto delle regole di distanziamento. Didattica a distanza dalla seconda media in su.