Moncalieri – La Molisana Magnolia, la presentazione della partita

23
gruppo xmas party
gruppo xmas party – photocredit: Maurizio Silla

Il tecnico Mimmo Sabatelli ha ben chiara la rotta: «La medesima intensità difensiva del secondo tempo contro Bologna»

CAMPOBASSO – La penultima del girone di andata con la possibilità, in caso di successo, di una doppia festa: da un lato poter celebrare il raggiungimento matematico della qualificazione – per la seconda stagione consecutiva – alla Final Eight di Coppa Italia in quello che è unicamente il terzo campionato nella Techfind Serie A1 per i colori rossoblù; dall’altro il miglior riconoscimento per le 150 panchine in gare ufficiali coi #fioridacciaio per coach Mimmo Sabatelli.

La Molisana Magnolia Campobasso è pronta a proiettarsi sulla trasferta piemontese sul parquet del Moncalieri, prima di due gare nell’arco di poco più di 72 ore che andranno a concludere il girone di andata.

ALLA VIGILIA – Dalla sua, il trainer della magnolia ha – nella fase di avvicinamento alla contesa – dei pensieri molto chiari: «Andiamo in Piemonte – spiega – con l’assoluta consapevolezza delle difficoltà di una partita intricata, come tutte quelle della Techfind Serie A1 del resto. Siamo reduci da una prestazione comunque positiva, cui è mancato solo il conforto del risultato, contro una corazzata come la Virtus Bologna, ma questo non deve farci pensare di avere del margine sulle nostre prossime avversarie, anzi. Saranno diverse le insidie sulla nostra strada e questo ci dovrà portare a tenere alto il livello di attenzione, tanto più perché il poter ottenere un referto rosa significherebbe la possibilità di conquistare un primo obiettivo».

SULL’ALTRO FRONTE – Del resto, Moncalieri – sinora – ha dimostrato di essere un team dalla resilienza unica. Nonostante siano state toccate da diversi infortuni (Sagerer, Tagliamento, Berrad e Cordola), in alcuni casi anche particolarmente impattanti a livello di entità, le lunette hanno saputo dar vita ad un percorso che le ha portate ad ottenere cinque successi in undici gare e ad essere uno dei migliori team del lato destro del ranking, potendo lottare sino alla fine per provare ad entrare nel lotto delle magnifiche otto che potranno accedere alla fase finale di Coppa Italia.

«Sono una squadra con qualità che sta facendo bene come testimonia il ruolino di marcia del team sinora, tanto più a fronte delle diverse noie di carattere fisico che ne hanno accompagnato il percorso. In particolare, le due statunitensi Mitchell e Westbeld si sono inserite in un nucleo che ben si conosce da tempo ed è il cuore pulsante del team».

SENZA PUBBLICO – Un roster – quello affidato alle cure di coach Marco Spanu – che deve fare i conti anche con un ‘fattore campo dimezzato’, disimpegnandosi, per questioni di carattere burocratico, a porte chiuse nello scenario del PalaEinaudi.

«Dispiace – spiega ancora Sabatelli – perché la condivisione, sia in casa che fuori, è l’aspetto più bello della nostra disciplina e motivo di grande soddisfazione per le stesse atlete».

IN ASCESA – Cestiste che – sul versante rossoblù – arrivano da una settimana di avvicinamento proficua. «Siamo in crescita – riconosce ancora il tecnico campobassano – e anche Blanca (Quiñonez, ndr), dopo il mese e mezzo di stop, va sempre più trovando il proprio standard anche a livello di fondo. In tutte, peraltro, è forte la volontà di concretizzare sul parquet il buon lavoro di questi ultimi giorni».

FATTORE CONOSCENZA – Aspetti di non poco conto, tanto più di fronte ad un’avversaria che, in elementi, come Giacomelli, Reggiani, Landi e Katshitshi ha un nucleo che si conosce e gioca assieme da diverso tempo.

«Sono elementi di assoluto spessore e hanno saputo far fronte comune, compattandosi dopo i tanti infortuni (dalla sua, anche il club è intervenuto sul mercato con l’innesto della play-guardia polacca Sklepowicz, ndr) e dimostrando di potersela giocare sino in fondo contro tutti i competitor della massima serie».

PIANO PARTITA – Proprio per questo, tra l’altro, Sabatelli, assieme al suo vice Vincenzo Di Meglio, ha definito una strategia molto chiara, che ha le proprie basi nelle caratteristiche fondanti del gruppo campobassano, in vista della sfida a Moncalieri.

«Dovremo difendere – argomenta – con la stessa intensità che abbiamo messo nel secondo tempo della sfida con la Virtus Bologna. Quel modo di essere contribuisce a darci tanta lucidità in attacco, aspetto determinante per poter incidere sul corso della contesa».

SOLO PIEMONTE – Con certezza, però, le magnolie saranno proiettate unicamente sul match con le ‘lunette’ e non sulla sfida che verrà contro San Martino di Lupari al mercoledì all’Arena.

«Il nostro mantra – ammonisce Sabatelli – resta sempre quello: una gara alla volta senza andare oltre nelle valutazioni e nei riferimenti».

DETTAGLI CONCOMITANTI – Con palla a due alle ore 18 in quella che sarà la penultima domenica del 2022, la gara a Moncalieri dei #fioridacciaio andrà in onda, come d’abitudine, in esclusiva diretta streaming pay su Lbftv, la piattaforma multimediale della Lega Basket Femminile. A coordinare le operazioni una terna mista composta dal genovese Paolo Puccini, dalla faentina Chiara Bettini e dalla bolzanina Alexa Castellaneta.

DI MEGLIO AZZURRO – Nel frattempo, proseguono le soddisfazioni in chiave azzurra per il club. L’assistant coach Vincenzo Di Meglio sarà impegnato con la nazionale under 18 maschile sempre in Piemonte, ma a Novarello, quale assistente del commissario tecnico, il venafrano Andrea Capobianco in uno staff tecnico che avrà anche un altro molisano (il fisioterapista, venafrano anche lui, Walter Primavera) Il raduno sarà tra il 27 ed il 29 dicembre in contemporanea con le altre under maschili azzurre (la 15 che sarà altrettanto a Novarello e che vedrà presente anche il fisioterapista vinchiaturese Francesco Ferri e la 20 che sarà, invece, a Brescia).

XMAS IN THE AIR – Giovedì, intanto, roster e staff, assieme a tutto il resto dell’universo cestistico rossoblù (fronte minibasket e team maschile) sono stati al centro del Christmas party del club che ha radunato il gruppo nel foyer dell’Arena per un happening con tanto di tombolata e momenti di grande coinvolgimento all’insegna dei balli di gruppo, oltre che con le tipiche pietanze del periodo.