Pasqua: prefetto Campobasso, più controlli anti Covid

35
Prefettura Campobasso
La Prefettura di Campobasso

CAMPOBASSO – Lotta al Covid, monitoraggio costante della pandemia, ma anche contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Sono le priorità del nuovo prefetto di Campobasso, Francesco Antonio Cappetta, insediatosi da un paio di settimane nel capoluogo molisano e che in videoconferenza si è presentato alla stampa. Sul fronte delle misure per contrastare la pandemia Cappetta ha annunciato un rafforzamento dei controlli in vista del fine settimana di Pasqua. “Controlli che saranno potenziati – ha spiegato – soprattutto nelle zone dove di solito c’è maggiore flusso turistico e in quelle solitamente interessati da più numerosi rientri da fuori regione per le festività”.

Per quanto riguarda il rischio di infiltrazioni malavitose il prefetto, ricordando che negli ultimi quattro anni sono state emesse 11 ordinanze interdittive sul territorio provinciale, ha sottolineato di voler proseguire su questa strada. “Magari anche incrementando i controlli sui cantieri – ha aggiunto – laddove dovessero riprendere alcune grandi opere che interessano il territorio di questa provincia. E poi incrementando anche i controlli sulle società e sulle sedi sociali per verificare la presenza delle cosiddette sedi fittizie di aziende che magari poi operano altrove. Occorre indagare a fondo anche su queste aziende, soprattutto se provengono da territori fortemente interessati da reati connessi alla criminalità organizzata”.

Cappetta, 66 anni, pugliese, è arrivato a Campobasso da Benevento, dove è stato prefetto fino a qualche settimana fa.