Percorsi di assaggi diVini nel borgo di Guardialfiera

50

girogustando

La sezione Molise dell’organizzazione assaggiatori vino ha guidato un giro gustoso di emozioni e sapori nel borgo in provincia di Campobasso

GUARDIALFIERA – Vino, cibo e territorio. Sono questi gli elementi che rendono speciale una calda sera di luglio. Nel cuore dell’estate, profumi, aromi e sapori s’incontrano nel borgo antico di Guardialfiera in un giro gustoso guidato dagli assaggiatori dell’Onav, l’organizzazione che promuove la cultura del vino e del bere consapevole. Succulenti pietanze nostrane abbinate al gusto meraviglioso del nettare degli dei, rigorosamente prodotto da alcune delle principali cantine molisane, creano subito la giusta atmosfera che si fa invitante ed accogliente. Il centro storico del paese è invaso da food & wine lovers, appassionati e curiosi di scoprire colori, fragranze e sentori dell’enogastronomia locale. La musica, il tintinnio dei calici e la voglia di condividere emozioni, fanno il resto.

Esperti onavisti dirigono gli accostamenti. Descrivono il legame indissolubile tra il vino e i diversi territori molisani da cui provengono come Montenero, Campomarino, Portocannone e Larino.

Il rosato, morbido e fresco, della cantina “San Zenone” incontra i salumi e il pane dorato; la spiccata acidità dello spumante brut di “Tenimenti Grieco” si accorda con la frittura di baccalà; la persistenza della tintilia rosso porpora di “Tenute Marta Rosa” sposa i cavatelli con la ventricina mentre il soffritto di carni va a nozze con la tintilia bio di “Serra del Parco”. Infine, i biscotti con le mandorle e quelli con la marmellata non possono fare a meno del gusto caldo, denso e avvolgente del bianco passito di “Cantine D’Uva”. L’evento, giunto alla quinta edizione, si chiama “Girogustando” ed è organizzato dalla Pro Loco di Guardialfiera in sintonia con l’amministrazione comunale.

La sezione molisana dell’Onav è pronta a scoprire e a far conoscere nuovi percorsi enologici perché le vie del vino sono variopinte, profumate, gustose ma, soprattutto, sono infinite.