Picchiano creditore e simulano furto, denunciati i titolari di un’attività commerciale

47

Foto controlli CarabinieriCAMPOBASSO – Lesioni personali, sequestro di persona e simulazione di reato: queste sono le accuse per le quali i Carabinieri di Campobasso hanno denunciato due stranieri residenti nel capoluogo molisano, soci nella gestione di un’attività commerciale.

Proprio all’interno di questa attività, uno dei due ha aggredito con una testata al viso un ex dipendente che aveva chiesto di riavere indietro dei soldi. Poi, visto il sangue e temendo una denuncia, ha portato il giovane in casa, con il pretesto di aiutarlo, invece lo ha rinchiuso in una stanza e chiamato i Carabinieri denunciandolo per tentato furto.

All’arrivo degli investigatori ha riferito di averlo sorpreso mentre stava rubando e che per bloccarlo ne era scaturita una colluttazione in cui il giovane si era ferito al viso. I Carabinieri però, insospettiti dalle dichiarazioni contrastanti rese dai due soci, hanno esaminato i tabulati telefonici di tutti i coinvolti e ascoltato i testimoni giungendo alla fine a ricostruire gli eventi come si erano realmente svolti.