Polizia di frontiera: Maria Letizia La Selva nuova direttrice per Abruzzo, Puglia e Molise

181
foto d https://questure.poliziadistato.it/it/Matera

CAMPOBASSO – Da ieri Maria Letizia La Selva, dirigente superiore della polizia, è il nuovo direttore della 9a Zona della polizia di frontiera per le regioni “Puglia – Abruzzo – Molise”. Già direttore del Compartimento di polizia ferroviaria per le regioni “Marche – Umbria – Abruzzo” con sede ad Ancona, e in precedenza vicario della questura di Matera da maggio 2017 a maggio 2020, La Selva è laureata in giurisprudenza all’università di Bari e ha superato il concorso per funzionari della polizia, iniziando nel 1989 la carriera come commissario di polizia della questura di Matera, primo funzionario donna della squadra mobile.

Nel 1992 si è trasferita a Bari, dove ha continuato ad occuparsi di polizia giudiziaria, sempre come primo funzionario donna, addetto alla Squadra Mobile. “Ha profuso notevole impegno – ricorda la polizia in una nota – nell’attività investigativa, contrastando la criminalità organizzata straniera e lo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, dedicandosi particolarmente alla tutela di donne e minori: per tale impegno il ministero dell’Interno l’ha inviata in Albania, dove ha fatto parte del gruppo di consulenti giuridici penali e di procedura penale albanesi”.

Primo dirigente della polizia dal 2008, ha diretto il commissariato distaccato di Pubblica sicurezza di Monopoli ed è stata, successivamente, vice dirigente del compartimento interregionale della polizia ferroviaria di Bari. Prima di trasferirsi a Matera come vice questore vicario, ha ricoperto l’ultimo incarico di dirigente del compartimento della polizia postale e delle comunicazioni della Regione Puglia, impegnata sul versante della criminalità informatica. Insignita di onorificenze internazionali dal Governo albanese e, dal ministero dell’Interno, della Croce internazionale di soccorso, ha ottenuto il premio nazionale Fumagalli a Padova ed il premio regionale Antigone, attribuito alle donne che si sono particolarmente distinte nella loro professione.