Prendeva il sole in costume da bagno su una sdraio in un parcheggio pubblico: multato per la terza volta

76

ISERNIA – Le volanti dell’Upgsp della Questura di Isernia, nell’ambito dei controlli alle limitazioni alla circolazione imposte dall’emergenza dovuta al contagio e diffusione del COVID-19 intensificati negli ultimi giorni, hanno proceduto al fermo e controllo di numerose persone e, ancora una volta, diverse persone sono state “pizzicate” in violazione dei divieti imposti dal Governo.

Ieri pomeriggio, su segnalazione giunta al 113, gli agenti hanno trovato, in un’area di parcheggio pubblico nei pressi di via Veneziale, un giovane comodamente disteso su una sedia da mare, scalzo, a torso nudo e con indosso solo un costume da bagno. Lo stesso, già sanzionato altre due volte per analoghe violazioni, ha ammesso candidamente di essere a conoscenza delle limitazioni, ma di aver sentito in televisione che poteva stare in strada nel raggio di 200 metri dalla propria abitazione.

I poliziotti, dopo avergli spiegato che la possibilità di uscire dalla propria abitazione è relegata a comprovate esigenze lavorative, a motivi di salute ed a situazioni di necessità (per esempio: l’acquisto di beni di prima necessità e sempre presso esercizi commerciali prossimi alla dimora), che vanno dichiarate in apposita autocertificazione, hanno proceduto alla contestazione della violazione dell’art. 4 del D.L. n. 19/2020 con l’applicazione della sanzione amministrativa e pagamento della pena pecuniaria di 400 euro.