Prima seduta del Consiglio Comunale di Campobasso 2021: come è andata

21

comune campobasso notte

CAMPOBASSO – Si è riunito questa mattina, lunedì 18 gennaio 2021 in modalità telematica, per la prima volta dall’inizio del nuovo anno, il Consiglio Comunale di Campobasso. Tra le interpellanze alle quali la Giunta e il sindaco Gravina hanno avuto modo di dare risposte, vi era quella del consigliere di Fratelli d’Italia, Mario Annuario, che segnalava uno stato di criticità, degrado e pericolosità riguardanti la strada Viale Fratelli Pistilli Sipio.

A dare risposta all’interpellanza è stato lo stesso Sindaco Gravina, che ha avuto così modo di specificare come:

“La legge del 27 dicembre 2019 n. 160, prevedeva risorse economiche per gli Enti Locali relativi alla progettazione definitiva ed esecutiva di interventi di messa in sicurezza dei territori a rischio idrogeologico. Il Comune di Campobasso, si è attivato in tal senso, ottenendo dal Ministero dell’Interno un contributo di € 50.714,40, a titolo di spesa di progettazione per la messa in sicurezza del dissesto versante nord-est del monte Sant’Antonio Collina Monforte. Inoltre, – ha spiegato Gravina – tra la parte di superficie da porre in regime di sicurezza, è prevista anche la sistemazione della strada Viale Fratelli Pistilli Sipio e delle scarpate adiacenti. Considerato che eseguita la progettazione si dovrà procedere alla realizzazione delle opere stesse che necessitano di cospicui finanziamenti, nonché di un’ovvia tempistica di realizzazione, l’Amministrazione Comunale, provvederà pertanto, con proprie strategie e nel corso della prossima primavera, ad effettuare come previsto, interventi che possano eliminare le criticità sostanziali segnalate nella zona”.

Sempre lo stesso sindaco Gravina, rispondendo ad un’interpellanza presentata dal consigliere di Forza Italia, Domenico Esposito, ha fornito un breve aggiornamento sulla situazione riguardante il CIS Molise.

“Come noto, – ha detto il sindaco – il Cis Molise relativo alla città di Campobasso, è suddiviso in due interventi. Il primo, relativo al centro storico di Campobasso – sistema di mobilità e parcheggi per un importo pari a circa 18 milioni di euro – ed il secondo afferente la strada di collegamento dalla fondovalle Rivolo alla frazione di Santo Stefano, per un importo pari a circa 315mila euro. Venendo al quesito specifico posto nell’interrogazione, si può escludere che fondi destinati ad interventi di infrastrutturazione, possano essere dirottati su altro genere di interventi, se non di pari categoria. Si rammenta, infatti, che il C.I.S. Molise è finanziato dai fondi di coesione 2007/2013 e dunque ha destinazione vincolata. Infine, ma non per importanza, – ha detto in conclusione il sindaco – si comunica che l’intervento relativo alla strada di collegamento della frazione di Santo Stefano è prossimo all’avvio”.

Nel corso della seduta è stata accolta, con 31 voti a favore e nessuno contrario, la mozione presentata dai consiglieri Esposito di Forza Italia, Colagiovanni e Fasolino dei Popolari per l’Italia, sull’attuazione del regolamento sulle attività di vigilanza e di controllo su Società ed Enti partecipati del Comune di Campobasso.

“Accolgo favorevolmente la mozione presentata che ci richiama a qualcosa di ordinario”, ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Simone Cretella che ha inoltre precisato come le interlocuzioni con i vertici della SEA e con il nuovo Amministratore unico, avvocato Stefania Tomaro, entrata in carica a luglio 2020, durante questo periodo sono state diverse e la stessa Tomaro è intervenuta nelle sedute delle Commissioni ogni qualvolta sono stati richiesti chiarimenti.

“Non dimentichiamo che è stato un anno non ordinario e il nuovo vertice Sea, che abbraccia con il suo operato il secondo semestre del 2020, sta avendo un rapporto sempre trasparente con l’Amministrazione. A tal proposito, avremo modo di portare all’attenzione delle Commissioni un report che la stessa SEA ha prodotto sulle sue attività”.

Il ringraziamento all’avvocato Tomaro per la sua attiva partecipazione alle sedute della Commissione Bilancio, è arrivato anche dall’assessore Giuseppina Panichella che ha ricordato come, nell’apposita commissione consiliare, sia stato preso l’impegno di portare con cadenza semestrale sia una situazione contabile ed economica che un report sulle attività, precisando che anche se materialmente non c’è un report che viene presentato al Consiglio comunale, l’attività di controllo sulla SEA viene svolta in pratica quotidianamente.

“Una delle prime cose portate da me in commissione è stato proprio il bilancio e la situazione economica della società partecipata. – ha aggiunto la Panichella – Grazie all’impegno assunto con i consiglieri comunali da parte dell’Amministratore Unico della SEA, dal 1 luglio ad oggi sono state svolte due commissioni specifiche nelle quali sono state illustrate sia la situazione economica che quella del personale”.

“Il senso della mozione presentata dai consiglieri Esposito, Colagiovanni e Fasolino – ha dichiarato il sindaco Gravina – mi trova d’accordo perchè fa riferimento a delle regole e ad un regolamento che merita condivisione. Concordo sul fatto che quanto richiamato dalla mozione deve essere una prassi da rispettare. Personalmente ho sempre ritenuto la SEA un asset strategico per il Comune e sono per questo contento di aver individuato a suo tempo nella persona dell’avvocato Stefania Tomaro, l’amministratore unico della nostra società partecipata, un ruolo che l’avvocato Tomaro mostra di svolgere con grande competenza e, in questi mesi, sta strutturando un’attività organizzativa e manageriale che all’azienda mancava. Mai prima d’ora venivano trasmessi dei report così continui e circostanziati sulle attività della SEA – ha aggiunto il sindaco – e vogliamo portare avanti questo cambio di passo proprio accogliendo il senso di questa mozione presentata in Consiglio. Voglio ringraziare, inoltre, sia l’assessore Cretella che l’assessore Panichella, entrambi in costante contatto con la SEA, che esplicano concretamente l’attenzione che il Comune di Campobasso ha per la sua partecipata e, al di là di ciò che attua come di regola l’ufficio controlli, contribuendo a far sì che esistano tutte le condizioni, per i consiglieri comunali, per poter svolgere le giuste attività ispettive”.

Approvato in Consiglio Comunale all’unanimità anche l’ordine del giorno proposto dai consiglieri della Lega, D’Alessandro, Tramontano e Pascale avente ad oggetto l’attivazione percorso familiari di malati Covid e familiari malati di altre patologie in tempo di Covid.

L’ordine del giorno impegna il sindaco, nella sua qualità di responsabile sanitario sul territorio, a proporre e chiedere, a nome dell’Amministrazione comunale, all’Azienda Sanitaria regionale del Molise di potersi attivare per realizzare, ove possibile, percorsi per familiari di malati Covid e familiari malati di altre patologie in tempo di Covid anche nella regione Molise, stabilendo regole di prudenza e di buon senso, nel segno del rispetto e della sensibilità umana.